Di Google Maps, il servizio di mappe progettato dall’azienda di Mountain View, vengono di solito utilizzate solamente le opzioni principali, e si tende, pertanto a trascurare altre funzionalità che, se utilizzate, permetterebbero sicuramente di sfruttare l’app nel miglior modo possibile e vivere anche una più gradevole esperienza di viaggio. Scopriamo, dunque, alcune tra le più importanti funzionalità nascoste che offre il servizio.

Google Maps: svelate funzionalità incredibili che in pochi conoscono

Memorizzare la posizione del parcheggio

Esatto, Google Maps integra una funzionalità che permette di memorizzare la posizione del parcheggio. Per salvare la posizione del veicolo parcheggiato, basta cliccare sul puntino blu della posizione presente sulla mappa. Al clic, verrà mostrato un menu in basso, ed una volta qui occorrerà premere sulla voce Salva come posizione del parcheggio o sull’icona del parcheggio. La posizione del parcheggio sarà segnalata con la scritta Hai parcheggiato qui e contraddistinta da un’etichetta rossa.

Utilizzare le mappe da offline

Grazie a questa funzionalità è possibile salvare le indicazioni stradali di un itinerario sullo smartphone, favorendo così l’utilizzo del servizio anche da offline, quando, ad esempio, si attraversano zone senza campo. Per utilizzare le mappe del servizio di Google da offline occorre anzitutto avviare Google Maps dal proprio smartphone e scegliere la meta del viaggio. Fatto ciò, l’app chiederà all’utente se vuole “scaricare le indicazioni stradali offline“. Una volta dato il consenso, Google Maps proseguirà con il download delle indicazioni le cui informazioni verranno poi memorizzate nella memoria o nella scheda SD dello smartphone. Per accedere alle mappe scaricate, basterà dirigersi nel Menu dell’app e cliccare sulla voce Aree offline.

Leggi anche:  Google Maps: ecco tutte le novità concentrate nel nuovo aggiornamento

Aggiungere multiple fermate al tragitto

Prima di raggiungere la tua meta finale dovrai effettuare qualche sosta? Nessun problema! Google Maps integra una funzionalità che permette di aggiungere una o più tappe al percorso in modo tale che non si perda tempo nel modificare la meta del viaggio di volta in volta. Per farlo, occorrerà semplicemente inserire le tappe intermedia nell’apposito campo aggiungi destinazione contrassegnato con il simbolo più.

Scoprire le condizioni del traffico

Questa funzionalità può essere attivata dal Menu di Google Maps cliccando sulla voce Traffico, e appunto segnala la situazione del traffico sul tragitto da percorrere mediante diversi colori: in particolare, il verde indica traffico scorrevole, il giallo indica traffico di media intensità ed  il rosso indica traffico intenso.