come registrare le chiamate

Vogliamo aprire subito il pezzo dicendo che la registrazione di una chiamata telefonica è legale a patto che l’interlocutore venga messo al corrente in anticipo. Anche se effettuato il record, secondo la Legge italiana non tutto è divulgabile in pubblico, soprattutto se alla conversazione partecipa una terza persona ignara della registrazione.

Fatte le dovute premesse, registrare le chiamate con Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliad è semplice e, a livello puramente normativo, l’atto di conservare quanto udito al telefono non è reato. Sono diverse le applicazioni che permettono di registrare una chiamata, tanto che alcune di queste riescono persino a registrare le conversazioni effettuate sui social network.

Come registrare le chiamate su tutte le piattaforme

Parlando di registrare le chiamate anche sui social network, un’app molto efficace è Cube Call Recorder ACR. Non solo permette all’utente di registrare le chiamate telefoniche, ma anche quelle realizzate con app quali Messenger, WhatsApp, Telegram, Skype, Line, Hangouts etc.

Leggi anche:  Facebook perde la causa contro Mediaset per violazione del Copyright

Cube Call Recorder prevede due diverse modalità di registrazione: l’opzione automatica per cui tutte le chiamate in entrata e uscita verranno registrate, fatta eccezione per una lista di contatti da noi selezionata; o l’opzione manuale per cui sarà l’utente stesso a stabilire se effettuare la registrazione della chiamata o meno.

Le applicazioni che si limitano alla sola registrazione delle chiamate telefoniche sono Call Recorder e Registratore di chiamate. Entrambe le applicazioni registrano automaticamente le chiamate telefoniche da e per il vostro numero e permettono di organizzare liste contenenti i numeri da ignorare sul vostro smartphone.