rete 5G ItaliaCon la rete 5G cambierà tutto. Questo sarà un dato di fatto che avrà modo di confermarsi entro l’inizio del 2020. Avremo Internet Illimitato e tutta una serie di utili servizi attivi nei più disparati comparti tecnologici e della vita reale. Dal campo medico agli smartphone tutto passerà per il nuovo concept del Play&Think descritto dal CEO di Huawei come il nuovo modo di vivere ed usare Internet. Tutto sarà più connesso nel rispetto di nuovi criteri di sicurezza.

Oltre un piano dati senza fine avremo la certezza di un segnale criptato che si diffonde ovunque con la massima potenza. Nessun problema di copertura e nessun lag a compromettere l’esperienza utente in quelle applicazioni che richiedono una larghezza di banda importante. Ma c’è un problema relativo alle tariffe 5G. Non saranno economiche.

 

Tariffe 5G con Iliad, TIM, Wind Tre e Vodafone: niente carezze

Secondo gli operatori finlandesi il prezzo per un piano dati 5G non dovrebbe scendere in nessun caso al di sotto dei 50 euro al mese. Un tariffario che già di per sé è alto e che in Italia rischia di sforare a causa di investimenti che hanno visto una chiusura d’asta a 6,5 miliardi di euro per Iliad, TIM, Wind Tre e Fastweb. Tutti temono che si possa salire ed i timori pare non siano del tutto infondati.

Leggi anche:  5G pericoloso per la salute: svolti i primi test sulla rete

Oltre questo gli utenti dovranno prendere in considerazione i costi di accesso secondari alla rete. Nello specifico ci si dovrà munire di adeguato smartphone 5G. Il primo dispositivo commerciale a giungere sul mercato con SoC 5G sarà Galaxy S10, il cui prezzo farà storcere il naso a parecchi di noi. Avremo modo di ammortizzare la spesa puntando su device di manifattura cinese. In prima linea per il processo di upgrade dei chip e delle tecnologie troviamo Xiaomi, OnePlus, Oppo, Vivo e ZTE.

Le attuali soluzioni del mercato telefonico in grado di portarsi al nuovo livello di rete contano sulla presenza dei modem Qualcomm Snapdragon 855 e Snapdragon X50 5G. Il costo dei dispositivi cui si applicheranno non scenderà al di sotto della pericolosa soglia 800 – 1000 euro.

Ma mentre sul fronte del mercato telefonico la domanda farà propendere l’ago della bilancia del prezzo verso il basso nel giro di pochi mesi su quello delle promo 5G il discorso cambia. Molto probabilmente saremo costretti a scegliere ancora il 4G per i prossimi anni. Voi che idea vi siete fatti? Avete già fatto un pensierino per il Galaxy S10 di Samsung o vi attira più il progetto WiFi Gratis? Spazio ai commenti.