smartphone-radiazioniIl 2019 ci renderà partecipi di una vera rivoluzione nel contesto del mercato smartphone. Arriveranno nuovi modelli con design pieghevole equipaggiati con nuovi sistemi di autenticazione e modem 5G. Progresso a parte si considerano quelli che sono attualmente i telefoni più pericolosi per la salute. Questi vanno ben oltre il limite imposto dall’indice di assorbimento al corpo ed alla testa per i 0,6W/Kg. A lungo andare i rischi per il nostro organismo possono diventare importanti. C’è la lista completa dei peggiori.

 

Radiazioni smartphone: ecco i modelli peggiori

  • Xiaomi Mi A1: 1,75W
  • OnePlus 5T: 1,68W
  • Huawei Mate 9: 1,64W
  • OnePlus 6T: 1,552W
  • Nokia Lumia 630: 1,51W
  • Huawei P9 Plus: 1,48W
  • Huawei GX8: 1,44W
  • Huawei P9: 1,43W
  • Huawei Nova Plus: 1,41W
  • OnePlus 5: 1,39W
  • Huawei P9 Lite: 1,38W
  • iPhone 7: 1,38W
  • Sony Xperia XZ1 Compact: 1,36W
  • OnePlus 6: 1,33W
  • iPhone 8: 1,32W
  • ZTE Axon 7 Mini: 1,29W
  • iPhone 7 Plus: 1,24W

Nelle prime posizioni troviamo i chinafonini prodotti e sviluppati dal Xiaomi, One Plus e Huawei. In tutti i casi si supera abbondantemente il limite di sicurezza imposto per l’assorbimento delle radiazioni. Sono in assoluto i telefoni peggiori per la nostra salute. Non si risparmiano neanche gli smartphone iOS e nello specifico gli Apple device della linea iPhone 7 ed iPhone 8 che manifestano un valore di emissione doppio rispetto al limite.

Almeno per quanto riguarda Huawei la situazione è nettamente migliorata con le ultime generazioni di prodotto. Con il P20 Pro si sono contenuti i danni stabilendo un valore massimo di 0,73W/Kg, di poco superiore al tetto di sicurezza. Anche con iPhone X si è osservato un miglioramento con i suoi 0,98W/Kg. Se volete stare veramente al sicuro scegliete Sony, Motorola e Samsung che registrano valori minimi di emissione con i loro attuali top di gamma.