IPTV: tutti i rischi che gli utenti corrono e il nuovo abbonamento da 10 euro al mese

Di certo il periodo dei primi anni del 2000 non sarò passato inosservato ed ora l’IPTV sembra ricordare proprio quel frangente. Gli utenti infatti tendevano a trovare ogni metodo utile per provare a non pagare a prezzo pieno la Pay TV.

In questo caso sembra che il fenomeno sia ritornato ma con tante qualità in più, e questo potrebbe essere ancor più devastante per le aziende rispetto a 15 anni fa. Infatti le risorse di cui godono le organizzazioni che gravitano intorno all’IPTV sono nettamente superiori rispetto a un tempo. I flussi video vengono ripresi totalmente e questo può essere di certo un gran vantaggio.

 

IPTV: gli utenti ora possono avere tutto a prezzo bassissimo e soprattutto con una nuova soluzione esclusiva

L’IPTV ha visto cedere sotto i suoi colpi aziende del calibro di Sky e Premium, le quali ad oggi sembrano chiedere quasi in ginocchio un modo per eliminare questa piaga. Ricordiamo infatti che tutto il sistema risulta illegale al 100% e questo però non ha di certo intimorito gli utenti.

Leggi anche:  IPTV: il servizio de Le Iene mostra un pericolo enorme per i clienti

Ogni persona infatti continua a pagare un servizio che non ha nulla a che vedere con quelli legali che tutti conoscono. In questo caso si pagano di solito solo 10 euro al mese per avere i canali di Premium, Sky, Netflix, DAZN e tutte le altre Pay TV di varie nazioni. Una soluzione davvero ottima ma che potrebbe portare delle multe. Inoltre da qualche mese è possibile avere anche abbonamenti in multivisione, semplicemente con un piccolo supplemento.