5G

A partire dal 2020 i clienti di Wind Tre, Vodafone, TIM e Iliad potranno iniziare a navigare a velocità mai testate prima d’ora e con connessioni super potenti.. quasi 1000 volte in più del 4G. A rovinare tutte queste aspettative, però, giungono due notizie non molto felici e che dovranno essere entrambe esaudite per poter usufruire del nuovo standard.

Due prezzi da pagare per i clienti che vorranno testare questa novità

Al fine di navigare in 5G bisognerà prima di tutto avere una tariffa dedicata a tale connessione e in secondo luogo, ma sempre di vitale importanza, essere in possesso di un devices supportante lo standard. Questo significa, in poche parole, che dovrà essere attivata una nuova offerta con TIM, Wind Tre, Vodafone o Iliad e acquistato anche uno smartphone di ultima generazione. Ciò che comporta l’arrivo del 5G è quindi una grande spesa: da quanto chiacchierato gli smartphone subiranno un aumento di qualche centinaia di euro e le offerte non saranno low cost come quelle del 4G.

Leggi anche:  DVBT2: ecco quanto ci costerà guardare la TV a causa del 5G

Visti i notevoli investimenti effettuati per l’acquisto dei blocchi in banda, Wind Tre, Vodafone, TIM e Iliad non potranno applicare prezzi minori di 40 euro al mese… sempre se non desiderano andare in perdita! In aggiunta a questa notizia, sembrano confermare le ipotesi anche le tariffe degli altri Stati Europei che si aggirano intorno ai 50 euro mensili. Internet illimitato e velocità megagalattiche varranno questi prezzi? La parola ai clienti, visto che saranno loro a dover mettere mano ai portafogli e a dover acquistare nuovi terminali.