IPTV: avevano ragione Le Iene, le multe ci sono e altri utenti le hanno ricevute

Con l’IPTV moltissime persone hanno dato il loro addio ufficiale alle piattaforme dei grandi broadcaster come ad esempio Sky e Premium. La ragione è chiara: con questo sistema si risparmiano moltissimi soldi ogni mese e si può avere tutto.

Il problema è però molto semplice: è tutto illegale. I flussi video che permettono infatti agli utenti di avere in casa ogni canale di ogni piattaforma, vengono infatti rubati proprio alle grandi aziende. Questo ha portato le Forze dell’Ordine ad intensificare i controlli e a beccare moltissime persone in flagrante. Sono però tanti gli utenti che ad oggi usano l’IPTV, anche se Le Iene, qualche mese fa, hanno svelato tutto ciò che c’è dietro.

 

Le Iene parlano dell’IPTV: ecco quanto costa ogni mese e a quanto ammontano le sanzioni

In un servizio andato in onda durante il mese di ottobre, Le Iene su Italia 1 hanno parlato approfonditamente del servizio IPTV. Questo nasce in veste di possibilità di fruire di alcuni contenuti mediante la connessione internet, ma poi l’obiettivo è diventato tutt’altro.

Leggi anche:  IPTV Iliad: offerte con Netflix Gratis incluso potrebbero arrivare in Italia

Infatti i contenuti trasmessi dal servizio sono diventati Sky, Premium, DAZN, Netflix e altre tantissime Pay TV appartenenti anche a paesi stranieri. Questo dimostra che il fenomeno. ramificato anche in altre nazioni e non solo in Italia. Il tutto costa grosso modo 10 euro al mese, ma ci sono multe salatissime per chi viene beccato. Infatti in questi giorni addirittura alcuni esercizi commerciali, in seguito a controlli, sono risultati in possesso di IPTV ed hanno visto recapitarsi una bella multa da 2000 euro o superiore.