Secondo quanto riferito, Facebook sta creando una criptovaluta per gli utenti del servizio di messaggistica di WhatsApp. Lo ha riportato Bloomberg il 20 dicembre. Il token sarà usato presumibilmente per i trasferimenti di denaro effettuati all’interno dell’applicazione, e si concentrerà sul mercato indiano.

Citando fonti a conoscenza della questione, Bloomberg afferma che Facebook sta sviluppando uno stablecoin (criptovaluta stabile). Le fonti hanno anche affermato che la valuta non sarà lanciata nel prossimo futuro, dal momento che Facebook sta ancora lavorando a una strategia per la custodia dei beni, cioè la risorsa a cui lo stablecoin sarà collegato.

 

Il mercato indiano

Il mercato indiano delle rimesse è importante. Secondo i dati della Banca Mondiale, nel 2017 il Paese ha ricevuto circa 69 miliardi di rimesse dall’estero, vale a dire il 2,8 percento del PIL del paese.

WhatsApp è molto popolare in India, con oltre 200 milioni di utenti nel paese. Il numero di utenti nelle aree rurali dell’India è raddoppiato lo scorso anno, poiché i costi di dati e Internet nella regione sono diminuiti.

La posizione di Facebook sulle criptovalute è cambiata significativamente durante l’ultimo anno. Nel gennaio 2018, la rete dei social media ha introdotto un divieto di crittografia pubblicitaria, che è stato progettato per evitare “annunci che promuovono prodotti e servizi finanziari che sono spesso associati a pratiche promozionali ingannevoli“.

Leggi anche:  Facebook sfidato da Apple, ecco la nuova invenzione di Cupertino

A maggio, David Marcus, direttore dell’applicazione di messaggistica Messenger di Facebook, ha annunciato la costituzione di un team di blockchain explorer su Facebook. A quel tempo, Marcus era anche membro del consiglio di amministrazione di cambio, con sede a San Francisco. Marcus ha poi scritto: “Sto creando un piccolo gruppo per esplorare come sfruttare al meglio la blockchain attraverso Facebook, partendo da zero“.

Facebook ha revocato il divieto generale di annunci crittografici alla fine di giugno, pur mantenendo il divieto di promozione delle offerte iniziali di valute. In agosto, Marcus si ritirò dal consiglio di amministrazione di Coinbase per evitare un conflitto di interessi. Ha detto: “A causa del nuovo gruppo che sto creando su Facebook intorno alla blockchain, ho deciso che era appropriato per me dare le dimissioni“.