asus-zenfone-4-android

I benchmark che compaiono su Geekbench, la famosa piattaforma dedicata ai test su vari dispositivi tra cui gli smartphone, non sono utili solo per vedere la potenza dei nuovi telefoni in arrivo, ma anche per controllare quelli vecchi. Uno dei motivi per tenere sott’occhio i vecchi modelli è per via degli aggiornamenti software come in questo caso con lo ZenFone 4 di Asus.

Lo smartphone lanciato ad ottobre dell’anno scorso presentava al lancio Android Nougat. L’aggiornamento ad Android Oreo era scontato e infatti è arrivato e tra non molto potrebbe anche arrivare l’ultima versione del sistema operativo di Google, 9 Pie. Questo è il suggerimento dato da uno degli ultimi benchmark comparso sulla piattaforma sopracitata.

 

Asus ZenFone 4

Il telefono presentava diverse varianti e se guardiamo quelle dedicate al processori ce ne esistono due ovvero quello alimentato dallo Snapdragon 630 di Qualcomm e quello dallo Snapdragon 660 sempre della stessa compagnia. Il benchmark ha in elenco quest’ultimo, ma è molto probabile che l’arrivo sia dedicato ad entrambi i modelli. Detto questo non è chiaro quando il produttore rilascerà ufficiale l’aggiornamento ad Android 9 Pie quindi i possessori dovranno solo sperare ed aspettare.

Leggi anche:  Huawei e il nuovo sistema operativo: riuscire dove in molti hanno fallito

C’è un punto che purtroppo non va ignorato ovvero che negli ultimi sono comparsi anche degli altri benchmark non esattamente indicati di probabili aggiornamenti. Più nello specifico sono comparsi i test degli Xiaomi Redmi Note 5 e Redmi Note 5 Pro i quali però sono risultati essere dei dispositivi con build non ufficiale basati su uno smartphone alimentato sempre da un processore Snapdragon 660 al posto dell’SND 636 originale.