batteria fluoruroLa batteria agli anioni di fluoruro consentirà di lasciare a casa powerbank e caricabatteria per almeno una settimana. Gadget tecnologici e smartphone stanno finalmente per colmare il gap pi assurdo della moderna tecnologia, ossia il battery-drain eccessivo.

Secondo le prime stime gli smartphone dureranno in carica fino a 8 volte in più rispetto a qualsiasi altra tecnologia attuale prevista per gli ioni di litio. Il risultato è ragguardevole ed a beneficiarne saranno in prima battuta gli smartphone ma anche i tablet e gli indossabili da polso.

 

Smartphone con batteria quasi infinita

Abbiamo prospettato i migliori smartphone di dicembre per durata della batteria. Il miglioramento c’è stato con gli ultimi arrivati ma non si può certo dire di essere giunti ad un vero punto di svolta.

La situazione potrebbe vedere un miglioramento con le implementazioni basate sul fluoruro. Una ricerca pubblicata su Science alimenta le speranze circa un futuro roseo del comparto energetico mobile. Enti accademici, tra cui California Institute of Technology o CalTech e il Jet Propulsion Lab, e ricercatori della NASA stanno mettendo a punto un sistema tutto nuovo.

Leggi anche:  Batteria smartphone: i 5 trucchi per ottimizzarne la durata

L’idea di una batteria al fluoruro era già stata avanzata nei lontani anni ’70, quando una densità energetica importante aveva evidenziato le sue indubbia potenzialità. Abbandonata a causa di proprietà corrosive e reattive torna in voga confermandosi come un sistema ora pronto a funzionare senza problemi anche a temperatura ambiente con componenti allo stato liquido.

La ricerca è giunta solo alla fase iniziale e restano da sciogliere parecchi nodi prima di poter parlare di una sua applicazione a livello commerciale. Arriverà sul mercato? Non ve lo sappiamo dire.