IPTV: secondo l'articolo della legge potete ricevere un multa salata, ecco i dettagli

Ad oggi il discorso che comprende la TV a pagamento è molto ampio, dato che almeno in Italia ci sono più aziende che se ne occupano. L’IPTV sembra un ottimo espediente per evitare di pagare cifre più alte ma che al contempo sarebbero giuste e legali.

Parliamo infatti dell’IPTV come un servizio che risulta illegale al 100% e tutti gli utenti che la utilizzano sono attualmente fuorilegge. Infatti sono previste delle sanzioni sulle quali a far luce sono state Le Iene, la trasmissione che in Italia tutti conosciamo e che ha fatto ben capire a cosa si va incontro. Ora come ora però in molti ignorano tali passaggi e non si rendono conto di tutto ciò.

 

IPTV, a scriverlo è la legge: ecco cosa si rischia ogni mese senza distinzione

In tanti hanno deciso di intraprendere una strada che all’inizio può sembrare comoda, ma che alla fine può anche risultare dolorosa. Sono infatti a rischio tutti coloro che ogni giorno utilizzano l’IPTV per guardare i canali a pagamento senza pagare cifre esorbitanti. 

Leggi anche:  IPTV: i prezzi descritti da Le Iene portano gli utenti ad una decisione inaspettata

Ad oggi infatti le organizzazioni che sono dietro a tutto ciò non fanno altro che rubare i flussi video delle grandi aziende. Questi poi vanno ritrasmessi via internet mediante link preposti venduti agli utenti. In tanti però non sanno che sono previste sanzioni dalla legge.

L’articolo 171 octies recita che chiunque usufruisce del servizio anche non vendendolo, rischia molto. E’ prevista una sanzione che varia da circa 2000 euro25.000 euro, oltre alla reclusione da 3 mesi a 6 anni.