Lo scorso 1 Ottobre Postepay è entrata in una nuova fase della sua storia. Il marchio si è unito con PosteMobile, la compagnia telefonica del gruppo Poste Italiane. Quello che sembrava essere un semplice cambiamento formale ha partorito una modifica molto discussa.

 

Postepay, i cambiamenti dopo la modifica degli IBAN sulle carte Evolution

I clienti di Postepay sanno che i codici IBAN delle carte Evolution sono stati modificati. Ciò significa che tutti gli IBAN attualmente stampati sulle carte non sono più validi. Poste ha comunicato i nuovi codici IBAN attraverso delle comunicazioni scritte per mezzo di lettera raccomandata.

Quando è passato un mese dall’avvenuto cambiamento, sulle pagine social della compagnia le polemiche non accennano a finire. Facciamo quindi un po’ di chiarezza.

Leggi anche:  Postepay, ci sono tante altre novità per gli utenti dopo il cambio degli IBAN

In primis, c’è da sottolineare che i vecchi IBAN non devono essere più utilizzati. Solo per favorire un adattamento alla modifica, per un lasso di tempo determinato (un anno) tutti i movimenti indirizzati all’IBAN non valido saranno spostati sul nuovo codice.

I clienti Postepay dovranno comunicare la modifica del proprio IBAN a tutti gli enti che erogano stipendi o pensioni sul conto. In ultima analisi – anche se qui vi erano pochi dubbi – per i movimenti in uscita saranno ovviamente utilizzati i nuovi IBAN.