huawei-mate-20-pro-display

I nuovi Mate 20 Pro sono ormai stati spediti da Huawei e non ci è voluto molto per scoprire che alcune unità presentavano un fastidioso problema. Non è niente che impedisca il normale utilizzo del dispositivo, ma risulta un inconveniente non da poco anche considerato il prezzo sborsato per portarsene a casa uno. A peggiorare la situazione è il fatto che non si tratta di un problema sporadico anzi, i vari forum si sono riempiti di segnalazioni in merito.

 

Huawei e la luce verde

Il problema deriva dai pannelli usati per creare i display di questi smartphone. Huawei non produce schermi quindi si è affidata sostanzialmente a due compagnie, BOE e LG. Le unità che utilizzano il componente uscito dalla catena di montaggio della prima delle non sembra presentare alcun difetto. Se non è colpa di una allora è colpa dell’altra; non è la prima che la sudcoreana presenta dei problemi con la produzione di pannelli OLED.

Leggi anche:  Radiazioni: fate attenzione se utilizzate Huawei, Oneplus o Xiaomi

Ecco cosa riferisce il colosso cinese in merito al problema: “Mate 20 Pro utilizza uno schermo OLED flessibile leader del settore caratterizzato da bordi curvi dal design speciale per un’esperienza visiva migliorata e il massimo comfort. Ciò potrebbe portare a leggere scolorimenti se visti da diverse angolazioni. In condizioni di scarsa illuminazione, quando la luminosità dello schermo è troppo bassa o quando si utilizzano sfondi scuri, queste differenze possono essere esagerate. Se la dominante di colore influisce sul normale utilizzo, portare il telefono a un centro di assistenza clienti autorizzato per assistenza.

Ci sono altre teorie in merito come il fatto che il problema sia in realtà da associare alla colla usata da Huawei per tenere insieme i vari pannelli. In ogni caso tutto questo non è esattamente una buona pubblicità.