Galaxy S10 con fotocamera e lettore di impronte in-display

Il 2018 è quasi finito e che ci crediate o no, la serie Galaxy S10 di Samsung è la prossima grande svolta dietro l’angolo nel settore della telefonia mobile. Si prevede che i successori della più importante linea di smartphone Android del produttore coreano, arriveranno nei primi mesi del 2019, molto probabilmente qualche giorno a ridosso del MWC 2019.

La kermesse catalana che ogni anno si tiene a Barcellona tra febbraio e marzo. Ed è piuttosto normale che tutte le indiscrezioni e le fughe di notizie si intensifichino man mano che l’annuncio si avvicina. Alcune delle più recenti informazioni affermano che Galaxy S10 e il Galaxy S10+ potrebbero adottare un nuovo design.

 

Galaxy S10 immaginato con la fotocamera anteriore in-display

Un design della scocca con un rapporto schermo corpo estremamente elevato che avrebbe richiesto un posizionamento unico della fotocamera frontale. Al posto del notch, che è attualmente la soluzione più diffusa ma anche quella che Samsung odia, i due Galaxy S10 potrebbero avere una fotocamera anteriore in-display.

Leggi anche:  Samsung Notebook Flash, il portatile che fonde passato e futuro: per adesso in Corea

Il produttore coreano ha dichiarato di essere già a lavoro sui sensori anteriori che possono essere posizionati sotto il display; una soluzione che avvicina gli smartphone all’ambita progettazione “a tutto schermo”. Scherzosamente soprannominati “piercing”, gli schermi avrebbero un piccolo foro che permetterebbe all’obiettivo di funzionare.

Un foro dal quale acquisire la luce e scattare il prossimo selfie. Se non avete idea di come potrebbe materializzarsi questa soluzione, guardate l’immagine in apertura realizzata dal designer Ben Geskin che ha creato un concept piuttosto convincente di Galaxy S10 con fotocamera e lettore di impronte in-display.

Lo smartphone sembra elegante e molto futuristico ma non sappiamo se sarà davvero così.