pubblicità WhatsappWhatsapp sta per capitolare
. Almeno è questo il clima che si respira tra i migliaia di utenti che stanno commentando aspramente il prossimo aggiornamento di sistema. Non si esclude che Telegram possa finalmente prendere il sopravvento. Molti utenti chiudono gli account.

 

Whatsapp: pessimo aggiornamento in arrivo per tutti

Scegliere tra Whatsapp e Telegram è una scelta piuttosto ardua, viste e considerate le argomentazioni prese in esame in questo post. L’applicazione di Pavel Durov beneficia di una serie di punti forti, tra cui la personalizzazione, la velocità e funzioni che non troviamo all’interno della piattaforma di Mark Zuckerberg. Ultimamente Whatsapp ha accorciato le distanze introducendo i nuovi sticker ma ciò che si prospetta con il prossimo aggiornamento potrebbe allontanare parecchi utenti.

Dal 2019, secondo quanto stabilito dallo sviluppatore. avremo a che fare con la pubblicità Whatsapp. Nulla di invadente, ma tanto basta a far riconsiderare l’uso della piattaforma a tutti coloro che non intendono sorbirsi banner negli Stati ad ogni ora del giorno. I contenuti pubblicitari saranno inoltrati dalle aziende e, almeno per quanto ne sappiamo, non invaderanno le chat ed i gruppi.

Leggi anche:  Tim: a breve i clienti potranno richiedere assistenza su WhatsApp

Un compromesso tra monetizzazione e gratuità di accesso alla piattaforma che potrebbe dispiacere non poco agli utenti, ora sempre più orientati in direzione dell’avversario diretto. Per il momento abbiamo la certezza che con il prossimo aggiornamento Whatsapp si avranno gli ads negli Stati, ma non è da escludere una loro comparsa anche all’interno delle chatroom. In questo caso, come ti comporteresti?