postepay truffe

Postepay è al centro di un vivace dibattito tutto interno ai suoi clienti. Come molti sanno dal 1 Ottobre, in seguito all’avvenuta fusione con Poste Mobile, Postepay ha cambiato il suo statuto. Allo stesso modo, molti servizi legati all’uso della carta di credito prepagata sono mutati. L’interesse dei possessori è tutto concentrato su una modifica molto discussa.

 

Postepay, è caos sul cambio degli IBAN: clienti in rivolta

Dallo scorso 1 Ottobre, i codici IBAN delle carte Evolution sono cambiati. In pratica, il codice presente sulla carta non è più valido: gli utenti a settembre hanno ricevuto a mezzo di lettera raccomandata una comunicazione con il nuovo IBAN. Questa mossa a sorpresa ha lasciato spiazzato gran parte dell’utenza.Sulle pagine social della compagnia, si nota come ci sia ancora molta confusione a riguardo.

Leggi anche:  Postepay, sono cambiati tutti gli IBAN: ecco le nuove regole della carta

Cerchiamo ora di chiarire un po’ le cose. Stando a quanto affermato da Poste Italiane, i movimenti legati al vecchio IBAN (quello presente sulla propria carta) saranno reindirizzati sul nuovo codice. Questo per un anno, in modo da evitare perdite di capitali da parte dei clienti.

L’azienda ha comunque esortato i clienti che hanno accredito di stipendio o pensione sulla carta a comunicare all’ente di riferimento l’avvenuto cambiamentoI movimenti in uscita, ossia i bonifici verso altro IBAN, saranno accreditati come ovvio con il nuovo codice.