Android P aggiornamento smartphoneAndroid Pie non sarà un aggiornamento qualsiasi. Un sistema operativo quasi interamente riscritto, in grado di dare nuova vita a telefoni e tablet dati quasi per spacciati. Enormi cambiamenti dal punto di vista delle funzioni, della sicurezza e della grafica esaltano tutti gli utenti. In molto vorrebbero avere la certezza che il proprio device possa effettivamente ricevere l’aggiornamento.

 

Aggiornamento Android Pie su smartphone suddivisi per produttore

Dopo aver chiesto ai produttori siamo stati in grado di stilare una lista di aggiornamento completa che riportiamo integralmente. Ci aspettano nuove emoji ma anche nuove gesture, profili di sicurezza e tanto, ma tanto, altro ancora. Ecco chi si aggiorna.

Asus

  • ZenFone 5 / 5Z
  • Max Pro (M1) / Plus (M1)
  • ASUS ROG Phone

Honor

  • Honor 10
  • V10

HTC

  • U12+
  • U11 / U11+ / U 11 Life

Huwaei

  • P20 (Standard, Lite, Pro)
  • Mate 10 Pro

LG

  • G7
  • G6
  • V30 / V30S
  • V35 ThinQ (non disponibile in Italia)
  • Q8 (2018)

Motorola

  • Z3 / Z3 Play
  • Z2 Force Edition / Z2 Play Edition
  • X4
  • G6 / G6 Plus /G6 Play

Nokia

  • Nokia 1 (Android Go)
  • Nokia 3
  • Nokia 2
  • Nokia 5
  • Nokia 6
  • Nokia 7 (non disponibile in Italia)
  • Nokia 8

Inclusi in questa lista ma non indicati vi sono tutti gli smartphone Android One.

Leggi anche:  Google Pixel 3 XL, la riparabilità è scarsa secondo iFixit

OnePlus

  • OnePlus 6
  • OnePlus 5 / 5T
  • OnePlus 3 / 3T

Samsung

  • Galaxy S9 / S9+
  • Galaxy S8 / S8+
  • Note 9 / Note 8
  • Galaxy A6 / A6+
  • Galaxy A8 / A8+

Sony

Da novembre 2018

  • XZ2 / XZ2 Premium / XZ2 Compact
  • XZ Premium
  • XZ1 / Xperia XZ1 Compact

Da gennaio 2019

  • Xperia XA2 / XA2 Ultra / XA2 Plus

Xiaomi

  • Xiaomi Mi A1 / A2 / A2 Lite
  • Mi8
  • Mi Max 3
  • Mi Mix 2 / 2S
  • Black Shark
  • Mi 6X
  • Redmi 6 Pro

A tutti questi smartphone si sommano ovviamente le nuove uscite di questo mese, con particolare riferimento ai device di categoria Google, OnePlus, Xiaomi, Nokia ed LG, le cui presentazioni sono già in corso in questi giorni e programmate entro fine mese.

Chi ha un device più vecchiotto e non è riuscito neanche ad ottenere l’attuale Android 8.0 Oreo può affidarsi all’eccellente community di LineageOS, che potrebbe rilasciare una ROM ad hoc ugualmente stabile e meno densa di bloatware. Seguici per gli aggiornamenti e fatti un’idea dei cambiamenti dando un’occhiata al sito ufficiale.