5G

Settembre è stato un mese molto atteso, soprattutto per i gestori telefonici che aspettavano questo mese con ansia. Un nuovo giorno è iniziato e finalmente la seconda settimana dell’asta indetta per il 5G si è conclusa, facendo emergere possibili vincitori.

Come ben rinomato, i gestori ammessi a tale concorso sono TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb e Iliad. Nella prima settimana di rilancio Iliad si era posizionata prima tra gli operatori nazionali, questa settimana, invece, Wind Tre rilancia con un’offerta ancora più alta, toccando il podio. Esattamente il 20 settembre 2018, il Ministero per lo Sviluppo Economico ha annunciato che sono giunti alla settantesima tornata e questi sono i relativi risultati

“L’ammontare totale delle offerte ha raggiunto nella giornata odierna quota 4.417.092.258,00 euro. Anche oggi la competizione si è concentrata sulla banda 3700 MHz, che ha raggiunto un ammontare complessivo di 2.213.490.000,00 euro. Alle ore 11.30 di lunedì 24 settembre 2018, riprenderà la seduta dedicata ai miglioramenti competitivi.” Questo è ciò che il MISE ha da asserire in merito.

Leggi anche:  5G, ADSL e Fibra Ottica: il trio delle meraviglie sta per diventare una cosa sola

5G

Attraverso la tabella possiamo trarre i seguenti dati:

  • Offerte Totali per Banda 700: 2.039.909.188,00
  • Offerte Totali per Banda 3700 e 26G: 2.108.533.070,00
  • Offerte totali: 4.148.442.258,00

Come potrebbero cambiare le promozioni con l’avvento del 5G

Durante queste settimane la Finlandia ci sta offrendo uno scorcio di realtà sulle future e possibili promozioni italiane. Il gestore straniero Elisa ha iniziato a testare tale realtà con una promozione da:

  • traffico illimitato;
  • una soglia mensile di 20 GB per il Roaming Europeo;
  • velocità massima pari a 600 Mbit al secondo.

I costi sono un po’ alti, però.  Per un abbonamento relativo ai tablet e ai modem si parla di 44,90 euro al mese, mentre per il piano mobile (comprensivo di minuti e sms) si sale a 49,90 euro al mese. Rimane da capire se anche i gestori italiani attueranno politiche simili.