5G

Settembre è stato un mese molto atteso, soprattutto per i gestori telefonici che aspettavano questo mese con ansia. Un nuovo giorno è iniziato e finalmente l’asta per il 5G è conclusa, facendo emergere possibili vincitori.

Con un comunicato ufficiale, qualche mese fa l’AGCOM aveva stabilito che ci sarebbe stato un concorso attraverso cui si sarebbero spartirti 1275 MHz di spettro nelle bande pioniere per il 5G attuando il 5G Action Plan europeo. Più precisamente:

  • 1000 MHz nella banda a 26GHz
  • 200 MHz nella banda a 3.7 GHz
  • e 75 MHz in quella a 700 MHz.

Nelle scorse giornate tale concorso è stato avviato e ora al primo posto si colloca Iliad. Sebbene i risultati non siano ancora determinanti, una buona premonizione può essere fatta! Ebbene, giovedì 13 settembre (alle 11:00) è stato fissato un secondo incontro, fatale poiché è la giornata dei rilanci e ben presto si avranno i risultati finali. Per ora, invece, vi possiamo aggiornare sui precedenti.

Leggi anche:  5G: costi, vantaggi e cosa cambierà in confronto al 4G

Come ben rinomato, i gestori ammessi a tale concorso sono TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb e Iliad. Nella prima giornata di offerte, la cifra totale offerta è stata pari a 2.481.002.804 euro  e Iliad è il primo gestore in classifica.
Il quarto e nuovo operatore telefonico ha offerto ben 676.472.792 euro per aggiudicarsi 10 Mhz in banda 700 MHz. 

5G

Come si può vedere dalla tabella pubblicata dal Ministero dello Sviluppo Economico, vi è una grande concentrazione di richieste per il blocco dei 26 GHz (ve ne sono 1.000 MHz disponibili), ma dovremmo aspettare questa sera per sapere i risultati effettivi.