Il produttore cinese Vivo sta già testando i dispositivi Android 5G; nella fattispecie, Vivo starebbe utilizzando come modello sperimentale una versione adeguatamente modificata del Vivo Nex. La società è estremamente fiduciosa nel suo lavoro, come suggerito dal fatto che ha pubblicizzato in anteprima, all’inizio di questa settimana, i suoi progressi nel settore.

All’inizio di questa estate, Qualcomm ha confermato ufficialmente che il successore di Snapdragon 845 offrirà l’integrazione di Snapdragon X50 come funzionalità opzionale, consentendo ai produttori disposti a investire di più la possibilità di offrire telefoni pronti per il 5G già dal primo trimestre del 2019.

 

I primi smartphone 5G di Vivo faranno parte della famiglia NEX

Il chipmaker sta finalizzando lo sviluppo del suo prossimo processore top gamma, e Vivo si conferma essere uno dei principale partner di Qualcomm in questo settore. La società ha già alcuni prototipi funzionanti di smartphone 5G basati sulla linea NEX, uno dei quali è riportato in chiusura articolo.

Leggi anche:  Nokia 8.1, appare su Geekbench la scheda tecnica

Proprio come Huawei, azienda che conquistato il titolo di leader nel settore delle telecomunicazioni, Vivo sta cercando di porsi come una delle prime aziende – se non la prima – a offrire smartphone 5G. I primi dispositivi a supportare questo standard di connessione dovrebbero essere rilasciati entro la metà del 2019, sebbene la maggior parte dei consumatori nel mondo non avrà ancora accesso alla copertura 5G.

Indipendentemente da ciò, Vivo dovrebbe essere pronta a sfruttare la tecnologia non appena sarà disponibile; le continue attività di ricerca e sviluppo 5G sono un duro colpo per MediaTek, poiché dipendono interamente dai chip prodotti da Qualcomm.