youtube funzione contatoreYoutube aggiunge una nuova funzionalità che consente di estendere il numero di informazioni disponibili nell’uso della piattaforma. Google ha comunicato l’inserimento di una nuova scheda speciale che offre la possibilità di ridimensionare le nostre abitudini di utilizzo. Forse non piacerà a tutti ma ha la sua utilità.

 

Youtube: la nuova funzione salva tempo

Dopo il rilascio della modalità segreta il team di sviluppo di Mountain View si è impegnato affinché non vi siano misteri sul tempo trascorso all’interno dell’applicazione. A tal fine si rende disponibile una nuova funzione che permette di visualizzare i minuti passati a guardare video online. Ma non è solo questo.

Si tratta di una scheda completa che propone anche un sistema di promemoria intelligente. Questo interviene ad intervalli regolari per ricordarci che forse sarebbe “l’ora di staccare”. Un pop-up in finestra suggerisce di mettere in pausa il contenuto per riprenderlo in un secondo momento, così da non affaticare la vista incorrendo nelle conseguenze negative che tutti conosciamo.

Leggi anche:  Youtube: le nuove pubblicità sull'app smartphone non piaceranno a nessuno

L’app lascia comunque spazio di manovra concedendo di impostare limiti personalizzati e modalità Non Disturbare per le notifiche dalle 22 alle 8 del mattino. Anche queste ultime, comunque, possono essere sbloccate a piacimento.nuova funzione tempo YoutubeIn particolare per quanto riguarda le notifiche si offre un sistema di raggruppamento che non intasa la nostra traybar con alert continui ad ogni ora del giorno.

Per quanto riguarda invece le informazioni sarà possibile visualizzare i minuti passati sui video Youtube sia per il giorno corrente che per quello passato. Lo stesso vale per gli ultimi 7 giorni e per la media giornaliera.

Tra l’altro esiste anche una nuova opzione che consente di gestire l’Autoplay dei video. Si attiva o disattiva in automatico tramite lo slider appositamente predisposto.
Ulteriori informazioni sono disponibili all’interno del post rilasciato sul blog ufficiale.

Pensate che questo sia veramente il modo giusto per uscire dal nostro “guscio digitale”? A voi tutti i commenti.