batteria smartphoneCaricare un telefono cellulare ogni notte per ore e ore non è un problema in sé. Ma la nuova tecnologia che accelera la ricarica distruggerà la batteria. Il compito è meccanico e si ripete ovunque e in tutte le case: il caricatore è acceso di notte e il giorno dopo lo smartphone è completamente carico e pronto per affrontare la giornata. Ma questa operazione è buona per il telefono in sé?

Dipende, dicono gli esperti di batterie, caricabatterie e smartphone. Iniziamo dall’inizio. Una grande fetta di utenti di smartphone spesso cambia device e non si aspetta di usarli per più di due anni. Queste persone, di regola, non hanno mai problemi con la batteria dei telefoni perché, quando questa inizia a perdere di efficacia, stanno già pensando di cambiare lo stesso smartphone.

 

Cattive e buone notizie

Se sei in questa fetta di persone, va bene: puoi continuare a ricaricarlo durante la notte. Chiunque acquisti un telefono cellulare per durare, tuttavia, dovrebbe sapere che le batterie non amano essere caricate troppo spesso, non per troppe ore. Ricaricare la batteria troppo spesso esaurirà quelle al litio, ad esempio.

La buona notizia è che gli smartphone sono, infatti, intelligenti e sanno quando dovrebbero smettere di essere ricaricati. Questo perché i dispositivi iPhone e Android hanno un chip che limita l’eccessivo assorbimento di energia quando sono completamente ricaricati. Ciò significa che, in teoria, caricare un telefono cellulare durante la notte non sarebbe grave per questi dispositivi. Ora la parte meno bella. La maggior parte degli smartphone è pronta ad accettare un’alimentazione in modo più rapido, riducendo i tempi di ricarica. Questa caratteristica consente alla ricarica di essere pulsata secondo specifiche modulazioni che aumentano la velocità alla quale il carico raggiunge i dispositivi.

Leggi anche:  Ricaricare lo smartphone di notte mette a rischio la vostra vita, ecco le conseguenze

Questa accelerazione sembra essere molto comoda per quando si ha poco tempo. Tuttavia, accelera la corrosione delle batterie. Ed era questa la parte meno bella. Ovvero, quando si carica una batteria per un lungo periodo, si limita l’aspettativa di vita della batteria. C’è una soluzione? Si presume che ci siano modi per aggirare questa usura, ad esempio utilizzando caricabatterie meno potenti di quelli originali. Se si utilizza il caricabatterie di un iPhone per caricare un iPad, la carica entrerà più lentamente. In tal modo, la batteria viene preservata se viene sempre caricata in questo modo.

L’usura viene aggirata anche se si evita il surriscaldamento delle batterie. Le alte temperature danno troppa energia alle batterie agli ioni di litio, causando un’erosione ancora più rapida. Apple ha già fatto i conti con questo problema e, sul suo sito web, ricorda che temperature superiori a 35 gradi Celsius possono “distruggere permanentemente la capacità della batteria“.