Se possiedi uno smartphone Android più moderno, è probabile che tu abbia accesso al suo assistente digitale. Google Assistant è stato originariamente lanciato a maggio 2016. Da allora è stato migliorato e può essere molto utile nella tua vita di tutti i giorni.

Note

Se hai bisogno di prendere una nota e le tue mani sono occupate o semplicemente non ti va, Google Assistant può farlo per te. Tutto quello che devi fare è dire “appunto a me stesso” e dire tutto ciò che vuoi scrivere. Sarai in grado di scegliere un’app compatibile con Google Assistant per prendere appunti la prima volta che utilizzi questa funzione e ce ne sono parecchie, tra cui Google Keep, Evernote, OneNote e così via.

Calendario

L’assistente di Google può controllare il calendario per te, oppure puoi istruirlo a impostare nuovi appuntamenti nel tuo calendario. Ad esempio, puoi verificare quando è il tuo prossimo appuntamento, chiedendo a Google Assistant solo quello, oppure puoi controllare quando avrai una visita medica e così via. Molto simile alla funzione di prendere appunti.

Ricerca

Google Assistant può anche attivare app specifiche o puoi sfruttarlo per aprire un determinato sito web. Il celebre assistente è anche in grado di cercare file all’interno di app specifiche, quindi puoi praticamente dire di individuare un file in Google Drive o da Amazon. Ad esempio, dicendo semplicemente “cerca il Galaxy S9 su Amazon”.

Volume e altri comandi

Inoltre, puoi fare in modo che Google Assistant riduca il volume, ad esempio, se stai ascoltando qualcosa e cucini allo stesso tempo. Semplicemente chiama l’Assistente e chiedigli “impostare il volume al 30 percento”. Puoi anche utilizzarlo per attivare o disattivare Wi-Fi, Bluetooth, Rotazione automatica o per schiarire / attenuare lo schermo.

Leggi anche:  Google: proteste interne per il progetto del motore di ricerca censurato

Messaggi e chiamate

Sappiamo tutti che mandare sms e guidare è una cattiva idea, ed è qui che entra in gioco Google Assistant. Tira fuori il telefono dalla tasca, posizionalo in un luogo sicuro e in cui il microfono del telefono non è coperto. A quel punto, chiama l’Assistente e pronuncia semplicemente “testo”, seguito dal nome del contatto e dal tuo messaggio. Puoi fare qualcosa di simile anche per le chiamate. Inoltre se stai guidando, è probabile che tu voglia usare il vivavoce (presumendo che tu non abbia un auricolare Bluetooth a portata di mano), quindi segui il nome dei contatti con il comando “in vivavoce”. L’Assistente Google può anche leggere i messaggi per te, basta istruirlo dicendo “Leggi i miei messaggi”. Puoi anche fare qualcosa di simile per Gmail.

Altre funzioni

Puoi anche chiedere a Google Assistant di prenotarti un volo, raccontare una battuta e molto altro, ma volevamo solo sottolineare alcuni usi dell’Assistente che possono tornare utili ogni giorno. Purtroppo Google Assistant è piuttosto limitato in alcuni paesi, ma tutto ciò che abbiamo elencato in questo articolo dovrebbe essere disponibile ovunque.