Google DuplexGoogle Duplex non dovrebbe essere una novità assoluta, anche per coloro che non hanno seguito la diretta evento dell’ultimo I/O 2018. Si tratta, come sappiamo, di una nuova funzione che va ad integrarsi direttamente con i sistemi Assistant, e che consente di identificare l’assistente in stato di chiamata vocale.

Nel corso dell’evento stampa, si è parlato senz’altro di una delle funzionalità più interessanti e più attese del periodo. Nel corso di queste ultime ore, la software house di Mountain View ha voluto rimarcare il lavoro in corso su questa nuova funzione, concedendone un primo assaggio attraverso un video pubblicato su Youtube all’interno del suo canale ufficiale.

 

Google Duplex: facciamo le dovute presentazioni

Abbiamo scoperto Duplex sul finire di maggio, quando si era sommariamente parlato di quelle che sarebbero state le nuove funzioni. Ad oltre un mese dalle indiscrezioni circa un sistema decisamente al top delle aspettative, giunge un primo assaggio delle novità annunciate in sede di conferenza stampa.

In particolare, nel corso di una chiamata vocale Google Assistant si presenterà formalmente avviando la conversazione con un “Ciao, sono l’Assistente Google…”. Nel video in questione si fa espresso riferimento ad una chiamata inoltrata ad un ristorante. Il livello di interattività e realismo è decisamente incredibile, sembra di essere di fronte ad un essere umano in carne ed ossa.

La dimostrazione affronta le eventuali domande del ristoratore rispondendo sulla base di una serie di parametri che l’utente definisce a propri, come in questo caso l’orario di prenotazione alternativo. L’assistente, per finire, invierà una notifica direttamente sullo smartphone 15 minuti dopo la stessa chiamata.

Le fasi di test per la nuova funzione saranno avviate a partire dalle prossime settimane, partendo da un sistema che inizialmente si limiterà solo a chiedere info sugli orari dei negozi, per poi espandersi con nuove esilaranti funzionalità.

Ovviamente, non tutte le aziende nutrono lo stesso interesse verso questo genere di tecnologie e, pertanto, potranno richiedere di essere escluse dal processo tramite un’indicazione esplicita sull’account aziendale online.

Per il momento, nessuna informazione in merito alla gestione delle tempistiche ed alla modalità di distribuzione degli aggiornamenti. Vi lasciamo con il video.

NON PERDETEVI: Recensione Pixel Phone 2 e Pixel 2 XL