Phone Designer è tra i creatori di concept smartphone più conosciuti al mondo ed ha recentemente rilasciato un nuovo rendering del Google Pixel 3 XL. Il modello si basa sulle ultime indiscrezioni circolate sul dispositivo.

In questi giorni vi abbiamo mostrato diverse immagini riguardanti il nuovo smartphone di Google ma questa volta Phone Designer si è concentrata su come potrebbe essere il Pixel 3 XL se Google decidesse di commercializzare il dispositivo nelle tre attuali varianti cromatiche disponibili sul Pixel 2 e Pixel 2 XL. Parliamo infatti, della colorazione Panda, Just Black e Kinda Blue.

È interessante notare che i rendering del nuovo concept mostrano una singola fotocamera posteriore posizionata vicino all’angolo in alto a sinistra del pannello posteriore, mentre i rendering precedenti hanno mostrato il Pixel 3 XL con due fotocamere posteriori.

Inoltre, il rendering mostra anche che il pannello posteriore ospiterà lo scanner per le impronte digitali per sbloccare rapidamente il dispositivo. Mentre sia il pulsante del volume che il pulsante di accensione sono posizionati sul lato destro del dispositivo. Il pulsante di accensione inoltre è facilmente riconoscibile in quanto presenta una colorazione diversa.

Leggi anche:  Android Q: comparso il benchmark di un Pixel 3 XL dotato di tale versione dell'OS

 

Google sta lavorando ai nuovi Pixel ed in rete continuano ad emergere nuovi concept

 

Dalle immagini possiamo notare anche il pannello frontale nero del Pixel 3 XL ed è evidente la presenza della tacca che verrà probabilmente posizionata nella parte alta del display. La tacca contiene una doppia configurazione della fotocamera frontale e la capsula auricolare. Nella parte bassa troviamo invece, cornici molto sottili che ospiteranno l’altoparlante. Il designer ha anche incorporato nel rendering la navigazione basata sulle gesture di Android P.

Ad esempio, il concept design include il nuovo pulsante situato nella parte inferiore del display, che viene utilizzato per navigare attraverso l’interfaccia utente del dispositivo. Ciò consente all’utente di accedere alle app recenti, alla schermata principale ed attivare l’Assistente Google.