Google Pixel 3 XL
Phone Designer ha realizzato un nuovo rendering di Google Pixel 3 XL che si basa sulle più recenti indiscrezioni emerse fino ad oggi sul dispositivo. Il designer si è concentrato su come sarebbe Google Pixel 3 XL se Big G decidesse di rendere il dispositivo disponibile nelle colorazioni di Pixel 2 e Pixel 2 XL: Panda, Just Black e Kinda Blue.

LEGGI ANCHE: Google sfrutta gli annunci per influenzare le ricerche di alcuni utenti

Lo smartphone si presenta agli occhi degli utenti con un design dall’aspetto semplice e allo stesso tempo giovanile. La parte frontale è caratterizzata dallo schermo che nella parte inferiore ha una piccola cornice dove è posizionato un altoparlante mentre nella parte superiore ha un piccolo notch.

 

Google Pixel 3 XL, come dovrebbe essere lo smartphone per i puristi di Android

All’interno della tacca ci sarebbero la capsula auricolaredue fotocamere, una per l’acquisizione di autoscatti e la seconda per garantire uno scanner del volto sufficientemente preciso. Sulla back cover, invece, c’è una sola fotocamera e poco più in basso un lettore di impronte digitali. Scontata la presenza del logo Google.

Sia il pulsante del volume che il pulsante di accensione si trovano sul lato destro del dispositivo. Curiosa la colorazione del pulsante di accensione che differisce dalla colorazione principale della scocca. Il designer ha immaginato nel rendering anche Android P e la nuova navigazione basata sui gesti.

A livello tecnico non sappiamo molto se non che Google Pixel 3 XL avrà certamente lo Snapdragon 845 con processore Octa Core e GPU Adreno 630. A supporto di queste componenti ci saranno 4 GB di RAM e fino a 128 GB di memoria interna.