Android: 4 applicazioni da disinstallare che possono mettervi nei guai

Android ha portato una ventata di novità al mondo della telefonia mobile, e continuerà a farlo. Ovviamente la concorrenza di Apple è davvero forte, ma a quanto pare il sistema operativo con il robottino verde non accenna a diminuire le sue pretese.

In questi ultimi anni abbiamo visto quali sono le capacità del sistema operativo creato da Google. Questo infatti mediante il Play Store, il suo negozio virtuale, è riuscito a portare tantissime applicazioni agli utenti che così hanno personalizzato il loro smartphone. La scelta è infatti molto vasta, e le persone sono davvero contente di tutto. Bisognerebbe però in alcuni casi fare davvero molta attenzione a ciò che si scarica.

Android, 4 applicazioni che vi sconsigliamo e che dovete disinstallare dallo smartphone

Come prima cosa, vi consigliamo di disinstallare Facebook dal vostro smartphone. Certo, suonerà strano, ma è un’operazione necessaria affinché il vostro dispositivo duri fino a sera inoltrata in termini di batteria.

Leggi anche:  Fortnite non è disponibile su Google Play, ma c'è un trucco per scaricarlo

A seguire vi consigliamo di cancellare immediatamente dal vostro dispositivo Android tutte le applicazioni per la pulizia dello smartphone. Partendo dal presupposto che ogni nuovo smartphone Android include un software interno per la pulizia, questi che vengono scaricati dal Play Store non fanno altro che chiudere processi utilissimi al sistema. Inoltre la pulizia non sarà mai ottimale.

Tutte le applicazioni che portano agli utenti la possibilità di scaricare musica gratis, andrebbero evitate per via di alcuni problemi molto noti. Innanzitutto si sfocerebbe nell’illegalità, ed inoltre ci sono tantissime pubblicità a pagamento contenute al loro interno che potrebbero portarvi a sottoscrivere abbonamenti a vostra insaputa.

L’ultima applicazione che vi sconsigliamo di installare è Go Keyboard, applicazione per la tastiera. Questa non fa altro che registrare i vostri tocchi ogni giorno e spiarvi riportando i vostri dati a chi la gestisce.