security patch Android

Finalmente il 5 maggio sono usciti gli aggiornamenti Android che introducono le nuove security patch. Arriveranno, come sempre, prima sui dispositivi Google Nexus e Pixel, ma il reale roll out dell’aggiornamento sui terminali dovrebbe andare a rilento, come accade spesso con le security patch. Chi ha un Pixel, Pixel XL, Pixel 2, Pixel 2 XL, Pixel C, Nexus 6P o Nexus 5X, può soddisfare la sua impazienza scaricando manualmente gli update dal sito ufficiale. A ogni modo, sappiate sempre che vi conviene fare un backup dei vostri dati, poiché c’è il rischio di perderli con questo update manuali.

Cosa c’è di nuovo nella patch di maggio

L’update Android di maggio contiene ben 23 soluzioni ad altrettanti bug che le aziende partner di Google devono installare subito per poter vendere le loro versioni custom del software. Tra i tanti cambiamenti apportati dall’update, ci saranno diversi aggiornamenti delle performance della funzione Android multitouch. Saranno presenti anche dei contenuti esclusivi del Google Pixel XL, il quale dovrebbe veder risolto l’annoso problema di sovraccarico documentato.

Leggi anche:  Android Pie: la nuova lista finale degli smartphone che si assicurano l'aggiornamento

I produttori di smartphone che hanno adottato la versione Android One, come Xiaomi sul suo Mi A1 e i recenti prodotti Nokia, saranno i primi tra le aziende partner a ricevere l’update di maggio, subito dopo i terminali di casa Google.

Nel frattempo, la seconda versione beta del nuovo OS Android P è stata presentata alla conferenza Google I/O in corso, e tale versione potrebbe già arrivare con le security patch di maggio. Noi di Tecnoandroid ci crediamo poco, ma sperare non costa nulla!