Attenzione alla nuova truffa su WhatsApp
WhatsApp

I gruppi sono indubbiamente una delle grandi potenzialità di WhatsApp. Ogni giorno le conversazioni con tre o più contatti vengono utilizzate per le più disparate operazioni: si va da motivi lavorativi a ragioni di vita pratica.

Sulla chat di messaggistica istantanea la maggior parte dei gruppi è di stampo privato: soltanto gli utenti che sono invitati dall’amministratore di turno possono accedere alla discussione.

WhatsApp e i gruppi pubblici

Da un po’ di tempo a questa parte, però, su WhatsApp esistono anche i gruppi pubblici. Gli utenti possono iscriversi liberamente a conversazioni mediante l’utilizzo di “link d’invito”.

Proprio i gruppi pubblici rappresentano la nuova minaccia per tutti gli utenti del servizio.

Secondo quando si apprende da media spagnoli, questo tipo di conversazioni possono mettere in pericolo i nostri dati personali. Agenti dei canali federali hanno controllato circa 178 gruppi pubblici per un totale di 45974 utenti ispezionati.

Nè è scaturito che attraverso queste chat possono essere condivisi – anche se protetti da privacy – numeri di telefono, immagini del profilo, informazioni personali.

Per gli hacker, inoltre, sarebbe molto semplice entrare in possesso di questi dati. Sempre gli investigatori hanno verificato che occorrono semplicemente un minimo di conoscenza di codici ed uno smartphone datato (per lo più un Samsung).

Un presunto bug del sistema

Grande attenzione ci dovrebbe essere da parte degli studiosi per quello che sembra essere un bug del sistema. Ad ora, gli sviluppatori di WhatsApp non hanno rilasciato dichiarazioni in merito.