batteria androidSpesso quando ci accingiamo ad usare il nostro smartphone, nonostante sia stato in carica per ore, dopo pochi minuti di utilizzo la batteria scende vertiginosamente. Questo problema può essere causato da un malfunzionamento del dispositivo o da un sovraccarico di energia dello stesso, ma spesso la colpa è nostra. Infatti sono molti gli individui che quando vanno a ricaricare il proprio smartphone commettono errori che possono ridurre la vita utile della batteria.

Prima però dobbiamo precisare che le batterie degli smartphone moderni non sono come quelle dei primi telefoni cellulari: esse sono batterie agli ioni di litio e tutte le regole per preservare le vecchie batterie non valgono più adesso. Il ciclo di vita di una batteria al litio inizia a ridursi dopo circa due anni e mezzo di utilizzo. Per cercare di non accelerare questo processo ecco i 5 errori più comuni e da evitare quando si mette in carica lo smartphone.

 

UTILIZZARE IL TELEFONO MENTRE È IN CARICA

Molti commettono questo enorme errore. Se si utilizza lo smartphone durante la ricarica si provocherà un surriscaldamento che può danneggiare e ridurre la durata della batteria. Se non ce la fate proprio piuttosto spegnete il cellulare quando lo caricate!

 

CARICARE IL CELLULARE PER TROPPE ORE

Quanti di voi lasciano il telefono in carica tutta la notte? Sbagliato! Lasciare lo smartphone per troppo tempo in carica non ne aumenterà l’autonomia ma potrà solo danneggiare la batteria. Altro consiglio: per la salute della batteria sarebbe opportuno non caricarla fino al 100%, meglio arrivare al massimo all’80-85%. Questo perché è meglio non caricare il dispositivo più di quanto necessita.

 

CARICARE LO SMARTPHONE AL PC

Utilizzare il cavo USB per caricare il telefono al vostro PC non è molto conveniente. Il tempo per caricare sarà più lungo rispetto alla carica tramite corrente elettrica, ma soprattutto così si favorisce il surriscaldamento della batteria.

 

UTILIZZARE CARICABATTERIE DIFFERENTI

Quante volte vi è capitato di dover caricare il telefono da un amico, o anche solo a casa, e prendere il primo caricabatterie che vi passa sotto mano? Se vi è capitato spesso allora state sbagliando. Specialmente se il caricabatterie non è della marca del cellulare allora ancora di più. Infatti un caricabatterie diverso da quello presente nella scatola potrebbe fornire una quantità diversa di energia alla batteria o non essere compatibile.

Utilizzare un caricabatterie diverso da quello originale potrebbe provocare surriscaldamento o danneggiare in qualche modo la batterie. Se si è costretti ad utilizzarne uno non originale del telefono controllare che volt e ampere siano uguali al proprio.

 

CARICARE SOLO QUANDO SI SPEGNE

È l’errore sul quale si discute di più. C’è chi dice che bisognerebbe caricare il telefono solo quando la batteria va a 0% e si spegne completamente, e chi afferma che è sbagliatissimo. Hanno ragione i secondi. Infatti è consigliabile non lasciare scendere il livello di carica sotto il 20% (al massimo 15%).

I motivi sono molteplici. Il primo riguarda l’aspettativa di vita della batteria: se si lascia spegnere il telefono i cicli di ricarica diminuiranno.

Un altro importante motivo è che lasciando scaricare il telefono completamente c’è il rischio di danneggiare la batteria.In realtà quando lo smartphone si spegne, la batteria conserva un 5% di carica che se non avesse non potrebbe più riprendere a funzionare.