NOKIA

Abbiamo avuto il piacere di fare una chiacchierata sulle strategie di Nokia al loro stand del Mobile World Congress 2018 andato in scena a Barcellona. La casa finlandese, dopo qualche anno di buio commerciale, si è rimessa in carreggiata e si sta riproponendo sul mercato con smartphone e telefoni convincenti. Ma ecco il nostro botta e risposta per voi:

Nokia ha avuto molto successo in questo ultimo anno. Quali sono le maggiori nazioni che hanno dato maggior risalto a questo successo, e quale peso ha avuto l’Italia?

“Con la fine del MWC 2018 si chiude per noi un anno avvincente, in cui abbiamo riportato il marchio Nokia nella telefonia che conta. Vuoi sapere quanto è contato il mercato italiano? Moltissimo. In questo momento abbiamo chiuso tutti i target che ci eravamo prefissati al MWC dell’anno scorso: il principale obiettivo era quello di posizionare uno smartphone Nokia in ogni store italiano e mondiale. L’importatore dei prodotti ha attivi ben 732 clienti distributori in Italia. Inoltre, stiamo lavorando con tutti i tre principali operatori di tariffe telefoniche. Per esempio, Tim ha già tre nostri prodotti abbinati alle sue offerte; Vodafone tre o quattro; mentre, solo Wind-3 utilizza al momento il nostro telefono Nokia 3310 3G.”

Qui al MWC 2018 il Nokia 7Plus è piaciuto moltissimo agli utenti, mentre pensavamo piacesse più il Nokia 8 Sirocco. Qual è stato il tuo preferito?

“In realtà a me è piaciuto tantissimo proprio Nokia 7 Plus, perché ti da una sensazione più funzionale. Anche il mio device personale è un 7 Plus. Che dire, ha un display molto impattante da 6’’, con un rapporto 18:9 e lo trovo molto luminoso nei colori. La chiave della mia scelta, per me che non vedo più bene? I messaggi: allargando infatti il carattere posso leggere tranquillamente senza mettere gli occhiali e senza dover allungare il braccio. In più, ho il vantaggio di poter scrivere con una mano sola e in modalità swipe, grazie ai 6” nel formato stretto che ha 7 Plus. Poi, vedere un video su questo smartphone è veramente emozionante, non dico come essere in salotto con un 42’’ flat tv, ma da una grande emozione.
Se appena usciti sul mercato, trovassimo per Nokia 7 Plus un un tv provider che fornisse un servizio on bundle con noi, daremmo la possibilità agli utenti di vedere film o TV fiction in mobilità senza problemi.”

Parliamo di Nokia 8 Sirocco. Perché fare una versione nuova di un Nokia 8 piuttosto che presentare un nuovo prodotto?

“Per noi ora è il top di tecnologia. In realtà, non abbiamo fatto una versione rivista di Nokia 8, ma ci rivedo un prodotto che invece ricalca il vecchio 8800 Sirocco, un telefono che passava dalla scocca in plastica all’alluminio. Ai quei tempi lo si lancio per dare un senso di resistenza al prodotto, ma i costi erano proibitivi.

Ora, il perché di Nokia 8 Sirocco è presto detto: perché volevamo dare la massima resistenza possibile a uno smartphone utilizzando l’acciaio. Ecco, se prendo e lo piego in entrambe le direzioni non si rompe in alcun modo. Dunque, massima resistenza all’urto, ma con il solito limite degli smartphone: si spacca se lo faccio cadere volutamente di spigolo.

Se posso aggiungere, poi, non possiamo assolutamente paragonare il Nokia 8 Sirocco con il 7 Plus, perché quest’ultimo sarà probabilmente il miglior smartphone come qualità/prezzo sul mercato per il nostro brand. Sirocco è in una fascia di prezzo più alta, ma è giustificato dal fatto che è esteticamente più ricercato ed elegante, e ha una dotazione hardware superiore a Nokia 7 Plus. Per chiudere, è un prodotto destinato a chi mette design e potenza al primo posto nelle sue priorità.”

La nostra intervista ha chiarito perfettamente le mosse future della casa finlandese. Per ora, ringraziamo il GM Alberto Colombo e auguriamo un grosso in bocca al lupo a Nokia.