Android P 9.0, tema scuro per tutti i dispositivi
Android P si mostra per la prima volta

Google ha finalmente ufficializzato Android P. La prima Developer Preview per la nuova versione del sistema del robottino è stata rilasciata. Ecco quindi che le previsioni sul possibile arrivo si sono rivelate in parte fondate. Leaker del calibro di Evan Blass avevano ipotizzato l’arrivo entro la metà del mese, ma Google ha sorpreso tutti rilasciandola addirittura oggi.

I soli dispositivi compatibili con Android P saranno i Pixel, con l’abbandono definitivo della gamma Nexus. La pagina del sito dedicato agli sviluppatori permette di scaricare la factry image per l’installazione. Chiunque fosse interessato al download può seguire questo link.

Arriva Developer Preview 1 di Android P

Ovviamente la fase iniziale di test è pensata più per gli sviluppatori che per gli utenti e i consumatori finali. La stessa Google ricorda la possibile instabilità del sistema e invita gli utenti a non installarla. Non a caso, il Programma Android Beta è al momento sospeso per la DP1. Con le release successive sarà introdotto il supporto per i test da parte degli utenti per la raccolta di segnalazioni sui possibili bug.

Google suggerisce l’installazione su un dispositivo della famiglia Pixel e Pixel 2, ma nel caso in cui gli sviluppatori non siano in possesso di un Pixel, possono eseguire Android P su un emulatore ed esplorarne comunque le novità.

Stando ai primi test, tra le prime novità emerse, possiamo segnalare una nuova interfaccia per le notifiche. La nuova gestione permette di dare maggiore importanza ai contenuti oltre che rispondere direttamente senza aprire l’app. Confermata la gestione intelligente delle chiamate e il supporto al notch. Miglioramenti anche alla gestione energetica con la nuova versione di Doze.

Non resta che attendere le prime installazioni per toccare con mano le modifiche al sistema. Non appena ci saranno novità, aggiorneremo l’articolo.