WhatsAppLe truffe sono divenute all’ordine del giorno. Fino a qualche tempo fa quelle più famose arrivavano tramite mail e parlavano dell’eredità di qualche persona del continente africano che chiedeva un aiuto per riceverla. Ora invece stanno andando di moda le truffe tramite Whatsapp.

L’app di messaggistica ormai è riconosciuta essere la più usata nel mondo degli smartphone, sia dagli utenti iOS e sia dagli utenti Android.

Purtroppo però, come spesso accade nel mondo informatico, c’è sempre qualcuno che usa questi strumenti in modo malevolo, cercando di fregare il prossimo. Ma andiamo nel dettaglio.

Leggi anche: WhatsApp: il trucco per non perdere tempo tra centinaia di messaggi

Tutte le truffe WhatsApp

I messaggi truffa di cui parliamo al primo sguardo potrebbero sembrare dei messaggi normalissimi, inviati dal proprio amico e contengono un indirizzo internet da cliccare per ricevere il premio o l’offerta di cui parla il messaggio.

E qui iniziano i problemi. Perché infatti, cliccando sull’indirizzo, si verrà indirizzati ad una pagina internet creata appositamente; a volte saranno richiesti dei dati personali per ricevere il regalo, altre volte si attiveranno dei servizi a pagamento che andranno a prosciugare il credito residuo, altre volte si installeranno automaticamente alcune app che controllano i dati sul nostro smartphone.

La truffa che sta girando ultimamente riguarda uno pseudo buono sconto della Conad del valore di 500 euro da poter vincere. Inutile dire che né Whatsapp né Conad abbiano deciso di fare questo regalo ai propri clienti, infatti non vi sono comunicazioni ufficiali in merito a questo “concorso”.

Come anche la truffa del barattolo di ben 5 Kg in occasione della Giornata Mondiale della Nutella: sito internet da dover visitare e per poi riempire alcuni sondaggi o questionari.

Poiché queste truffe sono solo la punta di un iceberg, ogni persona dovrà stare più attenta a ciò che riceve o che clicca sul proprio smartphone.

Abbiamo parlato di Whatsapp, ma gli hacker hanno mille modi per poter entrare in possesso dei nostri dati e, per quanto possibile, dobbiamo evitarglielo non cliccando su indirizzi internet o pubblicità strane.

Appena riceviamo una mail o un messaggio del genere conviene sempre cancellarlo ed evitare di mandarlo a qualcun altro per interrompere la catena ed evitare furti di altri dati sensibili.

Nel web si deve stare molto attenti e bisogna cliccare solo ciò che si conosce, per evitare brutte sorprese che si celano dietro ogni angolo o indirizzo web.