Whatsapp - come spiare le connessioni e gli accessi di una personaWhatsapp, la celebre applicazione di instant messagging, ha compiuto nel corso degli anni alcuni progressi per quanto riguarda la protezione dei dati degli utenti. La possibilità di nascondere il proprio ultimo accesso, di poter evitare la conferma di lettura eliminando le due lineette azzurre e il più recente sistema di crittografia delle chat che rende impossibile l’intercettazione dei messaggi sono solo alcuni dei metodi che l’azienda ha messo in pratica per proteggere la privacy di chi desidera farlo. Esistono, però, ancora alcuni metodi che permettono di aggirare il sistema di Whatsapp riuscendo a tenere sotto controllo chi si desidera “osservare”. È sufficiente, infatti, aver installato la giusta applicazione.

Come saprete, Whatsapp è già in grado di segnalare se il contatto (che deve essere già stato salvato nella rubrica) è online nel momento in cui ne si visualizza la conversazione, anche se questa persona ha deciso di nascondere il suo ultimo accesso. È proprio questa funzione che permette ad alcune applicazioni di poter tenere traccia di tutti gli accessi effettuati da quel numero.

Whatsapp, spiare una persona con WhatsAgent

Una di questa applicazioni è WhatsAgent. WhatsAgent è un’applicazione per Android e funziona proprio in questo modo: consente di tenere traccia di tutte le volte che la persona che si desidera tenere sotto controllo accede a Whatsapp e persino di ricevere una notifica tutte le volte che viene effettuato un collegamento all’applicazione. WhatsAgent permette inoltre di avere uno storico degli accessi del contatto e visualizzare le connessioni giorno per giorno, gli orari di connessione e disconnessione oltre a statistiche riguardanti gli accessi a Whatsapp.

Leggi anche:  WhatsApp: il ritorno a pagamento è cosa fatta, utenti nel panico più totale

WhatsAgent è un’applicazione gratuita solo per un periodo di tempo limitato. Per continuare a poter usufruire dei suoi servizi è necessario pagare 0,85 centesimi al giorno per l’abbonamento settimanale o 0,33 centesimi al giorno per quello mensile. Gli utenti abbonati hanno a disposizione, ovviamente, un’utile funzione aggiuntiva. La funzione compare activity, infatti, permette di aggiungere un altro numero da tenere sotto controllo e poter visualizzare dei grafici che comparano le connessioni e le disconnessioni dei due utenti selezionati. Questo sistema serve per sapere se due persone si connettono allo stesso momento a Whatsapp e se è plausibile che le due chattino proprio tra di loro: ovviamente questo non è necessariamente sintomo di un qualsiasi tipo di relazione tra i due.

 

Nonostante sia capibile la volontà e il desiderio di tenere osservati i comportamenti online della persona interessata, è anche giusto ricordare che questi comportamenti potrebbero generare problemi di diverso tipo, nonché all’interno della relazione stessa con la persona che spiamo. Inoltre è bene sottolineare che è al momento impossibile nascondersi da questa applicazione e dalle altre simili ad essa e anche noi potremmo già esserne vittime inconsapevoli. Forse la fiducia verso l’altra persona dovrebbe essere più importanti dei suoi accessi su Whatsapp.