Xiaomi Mi 7

Xiaomi Mi 7, la prossima punta di diamante dell’azienda cinese potrebbe avere il riconoscimento del volto tridimensionale. Una soluzione al vaglio in quel di Pechino per lo sblocco dello smartphone basato su Android 8.0 Oreo. A rivelarlo sono indiscrezioni provenienti direttamente dagli uffici di Xiaomi.

E mentre i rivali si stanno impegnando per portare il lettore di impronte all’interno dello schermo, Xiaomi sarebbe pronta a puntare tutto sulla tecnologia che contraddistingue l’iPhone X: il Face ID. Xiaomi starebbe sviluppando il suo sblocco del volto in 3D insieme a Qualcomm, Truly Opto-Electronics e Himax Technologies.

Non sappiamo se questa soluzione, che a questo punto comprenderà una fotocamera dedicata ed almeno un puntatore laser, sostituirà il lettore di impronte digitali che su Xiaomi Mi 7 potrebbe non esistere. Per quanto riguarda le altre caratteristiche, Xiaomi ha confermato che il suo top di gamma avrà lo Snapdragon 845.

Questo nuovo chip dovrebbe essere supportato da almeno 6 GB di RAM, un quantitativo che potrebbe salire a 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna per le versioni più potenti. Lo schermo dovrebbe essere un pannello da 5.6 pollici di diagonale ed un aspect ratio di 18:9, l’ideale per rivedere gli scatti della doppia fotocamera posteriore.

XIAOMI MI 7, USCITA E PREZZO

La presentazione di Xiaomi Mi 7 non è così vicina. Secondo i più informati non lo vedremo prima di maggio. L’attesa potrebbe prolungarsi per la versione Plus dello smartphone che dovrebbe uscire qualche mese più tardi. Per quanto riguarda il prezzo di vendita, si partirebbe da 345 euro per arrivare ai 385 della versione Plus.

È ancora troppo presto per sapere se sarà questo il primo top di gamma dell’azienda ad essere disponibile da subito anche sul mercato Europeo.