sky, mediaset, iptvC’è chi almeno una se non due volte l’anno manda la disdetta a Sky per ottenere offerte migliori e pagare prezzi inferiori sull’abbonamento, chi passa da Mediaset a Sky e da Sky a Mediaset per risparmiare; si può dire che, a volte questi metodi funzionino ma sicuramente comportano lunghe telefonate con i vari operatori e call center, litigate a volte e inutili perdite di tempo; alla fine l’unica soluzione per vivere in pace col mondo, seppur più costosa e meno conveniente, sembra arrendersi e pagare un abbonamento a prezzo pieno.

Succede però che si senta dire da un amico che lui ha Sky, compresa la primafila (contenuti a pagamento anche per gli abbonati) e Mediaset, il tutto a 15€ al mese in totale. Lo voglio anche io a questo punto! Ma è davvero possibile? Si, è possibile, come? Attraverso le IPTV pirata, che utilizzano la rete per trasmettere flussi video. Ma cosa sono le IPTV? Acronimo di Internet protocol television, è una nuova tecnologia, usata dagli stessi Sky e Mediaset e permette la fruizione di contenuti mediali attraverso la rete e proprio durante la trasmissione i codici criptati dei contenuti vengono violati e resi visibili agli utenti che pagano un abbonamento IPTV pirata. Quindi non tutte le IPTV sono illegali come abbiamo visto gli stessi Sky e Mediaset le utilizzano per la diffusione dei contenuti come d’altra parte Netflix e Mediaset Infinity.

Sky e Mediaset, l’IPTV è illegale

Le IPTV illegali offrendo prezzi molto bassi rispetto a quelli delle aziende e una vasta offerta riescono ad attrarre parecchi clienti, forse inconsapevoli dell’azione illegale, in Italia secondo le ultime stime i fruitori sarebbero almeno 2 milioni, comportando gravi perdite (intorno ai 300 milioni) e conseguenze negative su tutto l’apparato di tv entertainment. Infatti le IPTV mettendo a disposizione del cliente contenuti che fanno parte di pacchetti Sky e Mediaset offrono contenuti protetti da copyright. Il copyright o diritto d’autore, si occupa di proteggere la proprietà intellettuale dei contenuti, stesso motivo per cui banalmente un prodotto i cui diritti d’autore sono posseduti da Sky non potrà essere diffuso da Mediaset se non pagando a Sky, appunto, i diritti d’autore. Le IPTV ovviamente vanno a non rispettare i diritti d’autore e quindi l’articolo che li tutela ossia l’art. 171 ter della Legge 633 del 1941, costituendo così reato di pirateria. Il reato di pirateria, quindi la diffusione di materiale e contenuti senza essere in possesso di nessuna licenza per farlo, viene punito attraverso una multa che può arrivare fino ai 15.000€ e una sanzione penale che va dai sei ai tre anni di reclusione.

Leggi anche:  IPTV e CCCAM sfidano Sky e Mediaset: quando la TV illegale diventa pericolosa

La prossima volta che penserete a quanto sia alto il prezzo di un abbonamento Sky o Mediaset vi converrà mandare la disdetta e aspettare una nuova offerta, oppure cambiare pay-tv, inventatevi tutti gli stratagemmi che preferite purché siano legali, lasciate stare i convenienti abbonamenti alle IPTV pirata se non vorrete incorrere in grosse sanzioni penali.