SAM_0037

Cari amici lettori, la settimana scorsa abbiamo ricevuto il nuovo Nexus 5 prodotto da LG in collaborazione con Google, la nostra è la versione nera da 32GB, dopo una settimana di intenso utilizzo siamo finalmente pronti per la nostra video recensione.

Il nuovo smartphone con Android 4.4 KitKat è stato rilasciato sul Play Store Dispositivi lo scorso 31 Ottobre nelle colorazioni nero e bianco, finalmente anche noi italiani abbiamo potuto acquistare il Nexus 5 direttamente da Google al prezzo di 349€ per la versione da 16GB e 399€ per la versione da 32GB, lo smartphone è andato letteralmente a ruba, e ancora oggi i tempi di spedizione sono 3-4 settimane, potete effettuare l’ acquisto da questo link.

Nel Play Store Dispositivi potrete anche trovare gli accessori originali come ad esempio i bumper e le quick cover, ne abbiamo parlato in questo articolo studiati apposta per il Nexus 5 (anche se il prezzo è piuttosto elevato)

Confezione di vendita: come potete vedere dalla foto d’ inizio articolo il contenuto della confezione di vendita è ridotto all’ osso e troviamo il Nexus 5, manualistica, cavo usb – microusb e il caricatore usb, come già successo per il Nexus 4 non sono presenti le cuffie, ma visto il prezzo con cui vi porterete a caso lo smartphone con pochi euro riuscirete sicuramente a procurarvi delle ottime cuffie con microfono, qui sotto trovate il nostro vide-unboxing

Estetica: il Nexus 5 è stato criticato perché costruito con la scocca in plastica e non con materiali più nobili, ma si tratta di plastica gommata che al tatto è molto piacevole e offre un ottimo grip, le dimensioni sono di 69,17 x 137,84 x 8,59 mm, mentre il peso è di soli 130 grammi, rispetto al suo predecessore abbiamo il bilanciere del volume e il tasto di accensione in ceramica, l’ altoparlante finalmente è stato spostato in basso nella cornice in modo da eliminare il problema presente sul Nexus 4, che avendolo sul retro una volta appoggiato su una superficie rendeva il volume davvero basso, poi troviamo il solito jack da 3,5 mm e il doppio microfono.

dimensioni

Hardware: al suo interno troviamo una CPU Qualcomm Snapdragon 800 2,26 GHz, una GPU Adreno 330 450 MHz, 2GB di RAM e memoria interna da 16 o 32 GB, connettività 2G/3G/4G LTE, Wi-Fi dual-band (2.4G/5G) 802.11 a/b/g/n/ac, NFC (Android Beam), Bluetooth 4.0 LE. Mentre i sensono del Nexus 5 sono i seguenti: Accelerometro, GPS, bussola, luce ambientale/prossimità, giroscopio, pressione.

Fotocamera posteriore da 8 megapixel con stabilizzatore ottico, e frontale da 1.3 megapixel.

Display da 4,95″ 1920 x 1080 (445 ppi) Full HD IPS Corning Gorilla Glass 3

Batteria da 2.300 mAh che consente di arrivare all’ ora di cena con un’ utilizzo normale.

Software: il Nexus 5 è il primo dispositivo al mondo ad avere a bordo Android 4.4 KitKat, che tra l’ altro presenta personalizzazioni uniche disponibili appunto solo su Nexus 5 come ad esempio la statusbar e navbar trasparenti, attivazione di Google Now con uno swipe verso sinistra, nuovo modo per impostare sfondi e widget.

Testando a fondo Android 4.4 KitKat su Nexus 5 non ho mai notato nessun tipo di lag o rallentamenti, il che rende lo smartphone molto veloce e reattivo, ora abbiamo disponibile il backup automatico delle nostre foto su Google+, (che ovviamente rimarrà visibile solo a noi a meno che non autorizziamo la pubblicazione), comoda anche l’ applicazione Keep (blocco note) che ci permette di prendere promemoria, scrivendo, registrando audio, oppure con una foto, e i contenuti saranno disponibili anche sugli altri Nexus e online, rinnovata anche la parte telefonica, infatti avremo un nuovo tastierino numerico e il registro delle chiamate che ci proporrà in evidenza i numeri chiamati più spesso.

Nuova applicazione fotocamera, che ci permetterà varie impostazioni come ad esempio di attivare o disattivare HDR, flash, esposizione luce, di scegliere l’ambiente in cui stiamo effettuando la foto come ad esempio cielo nuvoloso o sole,o in automatico, oppure il conto alla rovescia prima di una foto, impostazione di filtri in stile instagram, poi ovviamente possiamo scegliere la modalità Photosphere 360°, Panoramica 180°, Foto, Video. Google ha implementato due applicazioni che fanno sostanzialmente la stessa cosa, Galleria e Foto, in cui appunto visualizzeremo le nostre foto, sinceramente avrei preferito un’ applicazione unica, altra novità importante il pinch to zoom nell’ applicazione Email.

Questa era una breve introduzione alla nostra video recensione che trovate qui sotto, buona visione.