Giunte le prime indiscrezioni, questa notizia sembrava fantasia, invece, è diventata realtà. Stiamo parlando del progetto attuato dalla startup milanese ­Garageeks, che si chiama Stop&Charge e consiste nel caricare la batteria del vostro device attraverso  la ricarica wireless Qi o un normale cavo USB, in luoghi pubblici all’aperto.

Attualmente, sono già state installate 12 stazioni di ricarica a energia solare in tre capoluoghi di provincia (Varese, Lecco e Cremona) e altre città italiane, ma Garageeks punterà a diffondersi su tutto il territorio italiano.

Stope&Charge: la giusta soluzione

Questo progetto è stato creato fondamentalmente per soddisfare tutti quelle persone che convivono ogni giorno con il problema della durata della batteria. Quest’ultima, infatti, fatica a durare fino a sera considerando l’utilizzo abituale di un utilizzatore medio, e secondo alcuni studi riguardanti questo settore, il problema continuerà a persistere anche nei prossimi anni.

Alimentata interamente a energia solare, Stop&Charge non richiede allacci alla rete elettrica e fa uso di energia 100% rinnovabile. Inoltre, consente il monitoraggio ambientale della qualità dell’aria, grazie ai tipi di tecnologie attuate.

Questo progetto risulterà utile per diversi motivi, tra cui, riduzione delle spese di installazione e manutenzione grazie al funzionamento 100% energia solare e­ monitorare l’ambiente circostante, grazie ai sensori per consentire di analizzare la qualità dell’aria.

Concludiamo dicendo che queste stazioni di ricarica promuoveranno un processo molto fondamentale, quello della socializzazione, visto che il continuo utilizzo degli smartphone ha portato un aumento della solitudine.