Gmail, l'app per Android ha un consumo eccessivo di dati
Gmail, l’app per Android ha un consumo eccessivo di dati

Gmail consumerebbe troppi dati nella sua versione applicativa Android, secondo uno studio realizzato da Opera Software. La ricerca, basata su milioni di dispositivi, mostra che l’app di messaggistica di posta di Google ha un consumo eccessivo, a nostra insaputa ed in background, paragonabile a quello di un altro applicativo molto diffuso: Facebook.

Chiunque utilizzi Gmail sul proprio smartphone e dispone di un abbonamento che preveda un piano dati molto limitato, dovrà ripensare all’utilizzo dell’app di Google. Infatti, secondo Opera Software, azienda di origine norvegese divenuta famosa per il suo browser leggero e snello, Gmail e Facebook sono le app Android che consumano più dati in assoluto in background, dunque ad insaputa dell’utente.

Secondo il rapporto di Opera, il 73% dei dati consumati dai due applicativi sarebbe attribuibile alle attività in “secondo piano” e dunque a quelle attività a cui l’utente non prende parte attiva. Un macigno enorme per le risorse del terminale e per l’utente che paga ogni mese il costo dell’abbonamento.

Sergey Lossev, product manager preso Opera Software ha riassunto la situazione affermando: « La maggior parte della gente non è al corrente di questo consumo smisurato in background (…) Se si consumano dati inutilmente è come se si gettasse un dollaro dalla finestra, ogni 3 dollari spesi per un abbonamento mobile. »

Secondo lo studio, inoltre, gli altri responsabili di un consumo troppo elevato di dati indesiderati sarebbero rappresentati da Google Drive e Whatsapp, che utilizzano il 50% dei dati quando sono inutilizzati. Va sottolineato, comunque, che i dati utilizzati da Whatsapp in background risultano nella maggior parte dei casi indispensabili per il miglior utilizzo dell’applicativo, in quanto rappresentano i messaggi ricevuti quando non si è online.

Leggi anche:  GMail, ecco come cambierà a breve il servizio mail di Google

Diminuire il consumo dei dati

Gmail, insieme a Facebook, Google Drive e Whatsapp, non sono gli unici applicativi a consumare dati inutilmente. Per diminuire il consumo e dunque sfruttare al meglio il nostro abbonamento, l’azienda norvegese ci consiglia di scaricare Opera Max, software che permette di ottimizzare il consumo dei dati di tutte le app presenti sul terminale.

In alternativa, vi consigliamo di

  • Recarvi in “Impostazioni-Utilizzo dati”;
  • Nella scheda “Cellulare” cliccare singolarmente su tutti i programmi presenti (ad eccezione dei programmi di messaggistica istantanea, altrimenti non si riceveranno più i messaggi ad app chiusa);

    Gmail
    Gmail ed altri applicativi, come consumare meno dati in background
  • Selezionare l’opzione “Lim. dati in background”Screenshot_2016-02-20-11-43-43Al termine dell’operazione, il nostro dispositivo non consumerà più dati inutilmente ed il nostro piano dati ci ringrazierà.