Lamborghini, Autmobili Lamborghini, gender gap, inclusività

Automobili Lamborghini ha raggiunto un nuovo obiettivo nel pieno rispetto dei principi di inclusione e di pari opportunità. L’azienda di Sant’Agata Bolognese ha conseguito la certificazione UNI/PdR 125:2022, promossa dal Governo Italiano secondo le previsioni della legge 162/2021, in materia di gender equality.

La certificazione è rilasciata da DNV, un ente indipendente che fornisce servizi di assurance e gestione del rischio a livello globale. Attraverso valutazioni sul campo del rispetto di standard internazionali, l’ente ha verificato che in Lamborghini vengono rispettate appieno le linee guida sul sistema di gestione per la parità di genere.

Inoltre, l‘azienda adotta specifici KPI nella realizzazione degli obiettivi in materia di parità di genere all’interno della cultura aziendale. In questo modo possono essere valutati gli sforzi effettuati e tenere traccia di tutte le migliorie apportate al sistema, migliorando e valorizzando le performance individuali e organizzative.

 

Automobili Lamborghini è un’azienda estremamente attenta al tema della gender equality come dimostrano le numerose certificazioni ottenute

Tra le azioni concrete effettuate da Lamborghini è possibile citare la la crescita della presenza femminile attraverso l’assunzione di professioniste di alta qualificazione. In particolare, le figure ricercate vantano un background di studi in ambito STEM. Inoltre, a partire dal 2018 è certificata la parità retributiva tra dipendenti donne e uomini a parità di qualifica e mansione.

Un ulteriore aspetto da sottolineare è quello della genitorialità. Automobili Lamborghini garantisce tutele integrative rispetto a quelle previste dall’ordinamento italiano per agevolare i neo genitori. Inoltre, le neomamme che rientrano al lavoro possono usufruire di percorsi di mum coaching, convenzioni con asili e centri estivi e permessi retribuiti. Tutto questo, proprio per garantire la parità di genere, ha portato alla nascita di un progetto unico nel suo genere: il dad coaching.

Come dichiarato da Umberto Tossini, Chief Human Capital Officer di Automobili Lamborghini: “Lavoriamo da anni con spirito di servizio alla comunità sociale per realizzare i principi di responsabilità e di equità. Il nostro scopo è assicurare un contesto di lavoro equo e inclusivo e la certificazione UNI/PdR 125:2022 è un tassello del più ampio disegno concepito per valorizzare le persone, con le proprie diversità e unicità. La certificazione attesta che le misure che abbiamo adottato per eliminare il divario di genere sul fronte delle opportunità di crescita, della parità salariale a parità di mansioni, dell’attenzione al benessere in senso olistico e della tutela della genitorialità sono efficaci e verranno continuamente monitorate e magari anche migliorate nel tempo.”

A supportare la parole di Tossini ci ha pensato Massimo Alvaro, AD di Business Assurance di DNV in Italia: Un traguardo importante quello raggiunto da Lamborghini. Adottare i requisiti previsti dalla prassi di riferimento, infatti, significa promuovere e tutelare la diversità e le pari opportunità sul luogo di lavoro. La UNI/PdR 125 è l’unica linea guida a oggi esistente in materia di parità di genere che permette, per la prima volta, di misurare e certificare l’impegno verso il raggiungimento di una politica di gender equality in azienda. Uno strumento concreto per realizzare un vero cambiamento di paradigma”.

Articolo precedenteFerrari Roma, svelata una versione unica del programma Tailor Made dedicata alla Cina
Articolo successivoMotorcycle Mechanic Simulator 2021 e Demolish & Build Classic arrivano su Nintendo Switch
Alessio Amoruso
Economics & Marketing Student, Tech enthusiast, Star Wars Fan and Blogger