Le forze armate statunitensi hanno ricevuto più di 500 segnalazioni sugli UFO nel 2022 in un solo mese. Di tutti gli avvistamenti, quasi 200 di quelli segnalati negli ultimi due anni rimangono tra i casi irrisolti.

Il rapporto del Pentagono del 2022 sui fenomeni aerei non identificati (UAP), più comunemente noti come UFO è stato compilato dal National Intelligence Manager for Aviation dell’ODNI e dall’All-domain Anomaly Resolution Office (AARO). Il report cataloga le informazioni di molte agenzie americane, tra cui la Federal Aviation Administration, la Nasa, la National Oceanographic and Atmospheric Administration e il Department of Energy.

Il documento include circa 510 segnalazioni di UAP raccolte in tutte le agenzie di cui sopra, di cui 366 sono state recentemente identificate lo scorso anno. Quasi la metà dei 366 UAP appena identificati sono risultati essere droni, “entità simili a palloncini, aerei, uccelli o borse della spesa di plastica. Ma circa 171 degli avvistamenti segnalati rimangono “non caratterizzati”, secondo il rapporto.

UFO, oltre 200 avvistamenti tra quelli segnalati negli ultimi anni sono un mistero anche per il Pentagono

“Oltre ai 144 rapporti UAP coperti durante i 17 anni di rapporti UAP inclusi nella valutazione preliminare ODNI, ci sono stati 247 nuovi rapporti. E altri 119 che sono stati scoperti o segnalati dopo il periodo di tempo della valutazione preliminare. Ciò ammonta a 510 segnalazioni UAP fino al 30 agosto 2022″, osserva il rapporto. “Alcuni di questi UAP sembrano avere caratteristiche insolite e richiedono ulteriori analisi”.

Gli avvistamenti UFO sono aumentati notevolmente negli ultimi due anni. Il rapporto ha evidenziato i rischi per la sicurezza dell’aviazione posti da questi UAP, in particolare a causa del crescente utilizzo di droni. Gli UAP “continuano a rappresentare un pericolo per la sicurezza e rappresentano una possibile minaccia”, spiega il Pentagono. “Gli eventi UAP continuano a verificarsi in spazi aerei ristretti o sensibili, evidenziando possibili preoccupazioni per la sicurezza”.

“La sicurezza del nostro personale di servizio, delle nostre basi e installazioni e la protezione della sicurezza delle operazioni statunitensi a terra, nei cieli, nei mari e nello spazio sono fondamentali”, ha dichiarato giovedì l’addetto stampa del Pentagono Pat Ryder. “Prendiamo seriamente le segnalazioni di incursioni nel nostro spazio designato, terra, mare o spazi aerei ed esaminiamo ciascuna di esse”, ha aggiunto.

Articolo precedenteMotorola Moto G53 e Moto G73, emergono le presunte specifiche
Articolo successivoRitorna CoopVoce ad un prezzo incredibile: approfitta ora della promo a soli 8,90 euro
Avatar
Procrastinatrice cronica e allo stesso tempo perfezionista. Nel 2017 ho iniziato a lavorare per Tecnoandroid, riscoprendo e consolidando la passione per la tecnologia.