Il nuovo Action RPG ambientato ad Hogwarts sta arrivando, Legacy infatti verrà messo in circolazione il 10 Febbraio su Next Gen e PC per poi arrivare ad Aprile anche sul old gen, dunque circa un mese prima del lancio ufficiale sono finalmente disponibili le specifiche tecniche per far girare il gioco sul vostro PC, vediamole insieme.

 

Requisiti PC

Requisiti minimi

  • Target: 720p @ 30 FPS, qualità bassa
  • OS: Windows 10 64 bit
  • CPU:
    • Intel Core i5-6600
    • AMD Ryzen 5 1400
  • RAM: 16 GB
  • GPU:
    • NVIDIA GeForce GTX 960 4 GB
    • AMD Radeon RX 470 4 GB
  • DirectX: DX12
  • Archiviazione: 85 GB, HDD (SSD preferibile)

Requisiti consigliati

  • Target: 1080p @ 60 FPS, qualità alta
  • OS: Windows 10 64 bit
  • CPU:
    • Intel Core i7-8700
    • AMD Ryzen 5 3600
  • RAM: 16 GB
  • GPU:
    • NVIDIA GeForce GTX 1080 Ti
    • AMD Radeon RX 5700 XT
    • Intel Arc A770
  • DirectX: DX12
  • Archiviazione: 85 GB, SSD

Requisiti ultra

  • Target: 1440p @ 60 FPS, qualità Ultra
  • OS: Windows 10 64 bit
  • CPU:
    • Intel Core i7-10700K (3,80 GHz)
    • AMD Ryzen 7 5800X (3,80 GHz)
  • RAM: 32 GB
  • GPU:
    • NVIDIA GeForce RTX 2080 Ti
    • AMD Radeon RX 6800 XT
  • DirectX: DX12
  • Archiviazione: 85 GB, SSD

Requisiti ultra 4K

  • Target: 2160p @ 60 FPS, qualità Ultra
  • OS: Windows 10 64 bit
  • CPU:
    • Intel Core i7-10700K (3,80 GHz)
    • AMD Ryzen 7 5800X (3,80 GHz)
  • RAM: 32 GB
  • GPU:
    • NVIDIA GeForce RTX 3090 Ti
    • AMD Radeon RX 7900 XT
  • DirectX: DX12
  • Archiviazione: 85 GB, SSD

A colpire è indubbiamente il dettaglio legato alla quantità di RAM richiesta, elemento che non varia anche se si cambiano i presets grafici e che dunque è sicuramente connesso al natura open world del gioco che dunque caricherà aree decisamente importanti di mappa tutte insieme per non portare a caricamenti intermedi quando si passa da una macroarea ad un’altra.

Articolo precedenteSamsung Galaxy A14, il nuovo entry-level già disponibile negli USA
Articolo successivoWonder Fitter, questo arco smart non ha bisogno di frecce
Eduardo Bleve
Studente di medicina e da sempre appassionato di tecnologia, musica e curiosità scientifiche.