Monete rare: ce ne sono alcune che valgono tantissimo, prezzi pazziIl collezionismo di monete rare è un mercato molto diffuso ed apprezzato, che indubbiamente porta milioni di consumatori a cercare di vendere gli esemplari più ricercati, nella speranza di guadagnare importanti cifre, riuscendo così a risparmiare molto più del previsto.

Al netto di tutto quanto vi abbiamo già raccontato nei nostri precedenti articoli, ultimamente sta facendo parlare di sé l’esemplare di 2 euro con l’omino, ovvero una moneta con l’omino stilizzato, realizzata per festeggiare i primi 10 anni dell’UEM, ovvero dell’introduzione dell’Unione Economica e Monetaria, prodotta rispettivamente nel 1999 e nel 2009. Il secondo modello è ovviamente più diffuso e personalizzato dallo stato di appartenenza, nel nostro caso è facile trovare la dicitura Repubblica Italiana, con la raffigurazione di George Stamatopolous.

Iscrivetevi al canale telegram di TecnoAndroid, potrete avere i codici sconto Amazon gratis ed anche nuove offerte assurde valide solo oggi.

 

 

Monete rare, ecco i 2 euro più ricercati

Il numero di esemplari presenti sul territorio è abbastanza elevato, si stimano circa 5 milioni di stampe, per questo motivo non viene considerata estremamente rara o di difficile reperimento, ma nonostante ciò è possibile acquistarla a prezzi decisamente elevati.

Stando a quanto raccolto sul web, nei siti dedicati al collezionismo abbiamo assistito a vendite anche superiori ai 1000 euro, cifre decisamente incredibili per una moneta comune e facilmente reperibile, anche se comunque in molti casi si trattano di esemplari unici con errori di conio visibili.

Ora non avete più scuse, controllate il vostro portafoglio per scoprire se siete tra i fortunati possessori di questo esemplare, e nel caso potreste cercare di venderlo al miglior offerente.

Articolo precedentePostepay, i rimborsi proseguono per tutti i clienti a gennaio 2023
Articolo successivoYouTube, la nota app cambia aspetto dopo tanto tempo
Denis Dosi
Laureato in ingegneria informatica nel lontano 2013, da sempre appassionato di scrittura e tecnologia sono riuscito a convogliare in un'unica professione le mie due più grandi passioni grazie a TecnoAndroid.