fibra ottica

L’AGCOM ha di recente diffuso il rapporto riguardante gli ultimi nove mesi del settore tlc nel nostro Paese. A quanto pare, durante questo arco temporale si sono palesate delle situazioni decisamente interessanti. Tuttavia, una in particolare ha colpito l’AGCOM, ossia l’aumento delle attivazioni delle linee in fibra ottica e il calo di quelle in rame.

Di fatto, negli ultimi dodici mesi, le linee tradizionali in rame hanno riportato un netto calo di 1,2 milioni (per un complessivo di -8,1 milioni nell’ultimo quadriennio). Nel frattempo, è avvenuto un aumento monstre di 790.000 unità le linee che fanno uso di tecnologie alternative: da settembre 2021 l’aumento ha superato i 1,2 milioni. Andiamo subito a scoprire di seguito maggiori dettagli a riguardo.

 

 

Rame addio? La fibra ottica si sta decisamente prendendo la scena. Gli operatori migliori del 2022

Stando alla lista dei vari operatori telefonici italiani, TIM si va a confermare come azienda principale in Italia con il 40,3% delle linee; dopodiché troviamo Vodafone con il 16,8%, poi Fastweb con il 14,4% e WindTre con il 14,3%.

Per quanto riguarda il mobile, le SIM che sono attualmente attive ammontano a 107,1 milioni. Anche in questo caso TIM detiene il primato, con il 28,5%, seguita da Vodafone al 27,6% e WindTre al 24,2%. Infine troviamo Iliad con l’8,7%.

I dati completi possono essere consultati direttamente nel documento pubblicato sul portale web di AGCOM. Qui sono stati  indicati anche tutti i numeri sullo stato dell’editoria italiana e del settore televisivo. Tuttavia, pare ovvio che l’ente si sia focalizzato maggiormente sul mercato della telefonia e connettività ad internet il quale sta cambiando molto velocemente.

Articolo precedenteIliad, l’offerta con Giga senza limiti: grande novità per il 2023
Articolo successivoSamsung Galaxy A54, nuove immagini rivelano le colorazioni
Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.