Illusioni Ottiche, il segreto nascosto dietro queste immaginiIl fenomeno delle illusioni ottiche ha da sempre appassionato un numero crescente di utenti nel mondo, proprio per la loro unicità, e la possibilità di restare a tutti gli effetti folgorati da un fenomeno che a prima vista, appunto, resta fortemente inspiegabile.

Per chiarezza, le illusioni ottiche vengono suddivise in tre tipologiepercettive, dipendono direttamente da questioni fisiologiche dell’occhio, cognitive, ovvero è direttamente il cervello a distorcere le immagini, e puramente ottiche, la cui provocazione è portata da cause esterne all’uomo. Quali sono le migliori?

Prima di proseguire, andate ad iscrivervi al nostro canale Telegram, dove troverete le offerte Amazon e tantissimi codici sconto a titolo gratuito per i soli iscritti.

 

Le migliori illusioni ottiche

Nella galleria soprastante vi abbiamo raccolto tutte le migliori illusioni ottiche, si parte con l’illusione di Hearing, definita dalle linee irregolari, le due rette centrali sembrano curvare, ma è il nostro cervello che va a sopravvalutare l’angolo creatosi nel punto d’incontro delle linee. Al secondo posto troviamo “The Rotating Snakes”, una illusione creata da Akiyoshi Kitaoka, un professore di psicologia di Kyoto, che porta gli utenti a vedere i dischi ruotare, anche a velocità differenti, in quanto dipendono dalla frequenza dei movimenti oculari micro-saccadici.

Per ultima vi abbiamo proposto la cosiddetta Illusione di completamento, ovvero la capacità del nostro cervello di completare un’immagine che non esiste, quanti di voi vedono un triangolo equilatero o i cerchi al centro, senza però essere effettivamente disegnati? E’ lo stesso ragionamento che può essere iterato nella lettura, dove il cervello interpreta la parola leggendo la prima e l’ultima lettera, tralasciando molto spesso ciò che si trova in mezzo.

Articolo precedenteIliad e i costi da ribasso per la Fibra: nuove promo per Natale
Articolo successivoWindTre propone minuti e 100 Giga: il costo è imbattibile
Denis Dosi
Laureato in ingegneria informatica nel lontano 2013, da sempre appassionato di scrittura e tecnologia sono riuscito a convogliare in un'unica professione le mie due più grandi passioni grazie a TecnoAndroid.