Postepay: tutte le novità su Standard, Evolution, Digital e PuntoLis

Al giorno d’oggi il mondo non potrebbe muoversi senza la Postepay. Come tutti sappiamo, trattasi dell’azienda italiana nata dal gruppo Poste Italiane S.p.A., che da anni si occupa di carte prepagate e servizi telefonici (PosteMobile). Quello che invece sfugge sono i nuovi prezzi e le metodologie di funzionamento, ma non preoccupatevi, siamo qui per questo!

Postepay: quello che c’è da sapere su Standard, Evolution, Digital e PuntoLis

Iniziamo dalla più quotata anche grazie alla disponibilità dell‘iban, ovvero Postepay Evolution. Con essa si può accreditare lo stipendio o la pensione su carta, fare e ricevere bonifici, domiciliare le utenze e saldare i bollettini. Non finisce qui, perché questa carta prepagata permette di pagare contactless e online tramite dispositivo iOS o Android. In più si può aderire al programma ScontoPoste: uno “sconto” che arriva fino al 20% in cashback sugli acquisti. Quanto costa farla? Esattamente 5 euro, dopodiché il canone annuale sarà di 12 euro.

A seguire viene la Digital, che al contrario della precedente, è gratuita. A cosa serve? Essa si utilizza per pagare nei negozi convenzionati oppure online. Con il codice si avrà poi accesso a 3 euro di cashback per ogni transazione di almeno 10 euro nei negozi aderenti. Il costo di emissione (con iban) è di 5 euro, ciononostante se la si richiede entro il 31 dicembre il canone annuo non costerà nulla. La questione cambia con l’Iban, poiché la prepagata avrà le stesse caratteristiche della Evolution e varrà 12 euro.

Per quanto riguarda la PuntoLis, questa a differenza della Evolution si potrà richiedere anche presso le tabaccherie abilitate al servizio. La prepagata arriverà a casa all’indirizzo riferito al tabaccaio durante la richiesta. Per l’attivazione basterà rivolgersi all’ufficio Postale e con 5 euro sarà vostra. Il canone annuo è di 12 euro.

Concludiamo con Postepay Standard. Questa carta non ha costi di gestione annuali e serve per fare compere sia nei negozi convenzionati Visa che online. Per prelevare ci si può rivolgere sia agli Atm Postamat che a quelli bancari. La quota di rilascio è di 10 euro.

Articolo precedenteFake News, finalmente sfatate le più grandi storie del passato
Articolo successivoWhatsapp, il segreto per preservare la sicurezza dei propri figli
Melany Alteri
La scrittura rende liberi ed io amo la libertà come la fotografia, l'arte, la natura e la pace. Scrivo poesie da quando ero bambina e in ogni cosa che faccio metto cuore ed anima. Sono una perfezionista, ballerina, attrice, make up artist, e cerco la bellezza in tutto ciò che mi circonda.