iFixit, Samsung, riparazioni

Il Diritto alla riparazione fai-da-te dei propri smartphone fa un ulteriore passo in avanti grazie alla nuova collaborazione tra iFixit e Samsung. Le due aziende hanno avviato una partnership incentrata proprio sulla riparazione in autonomia dei device del brand.

Sullo shop di iFixit è infatti possibile trovare i pezzi di ricambio originali per i device appartenenti alle famiglie Galaxy S20, Galaxy S21 e per il tablet Galaxy Tab S7+. Si tratta di una svolta epocale per tutti coloro che vogliono smanettare e provare ad agire direttamente senza dover ricorrere all’assistenza del brand.

Tra le componenti presenti troviamo, schermi, back cover, porte e uscite e quant’altro necessario per intervenire sul proprio device danneggiato. Nel corso delle settimane, i pezzi di ricambio aumenteranno, offrendo sempre maggiore autonomia agli utenti. Ovviamente, come da tradizione di iFixit, sono presenti anche le guide per lo smontaggio e la riparazione delle singole componenti.

 

iFixit e Samsung sono scesi in campo per sostenere il Diritto alla riparazione fai-da-te offrendo manuali e pezzi di ricambio per i device Galaxy

Per il momento, la collaborazione tra Samsung e iFixit è limitata agli Stati Uniti ma le due aziende puntano ad ampliare i mercati supportati. Inoltre, in seguito arriverà il supporto alle riparazioni di altri device coreani, per ampliare le possibilità degli utenti.

Considerando che Samsung è uno dei principali produttori al mondo, si spera che l’esempio offerto possa spingere anche altri brand ad intraprendere questa strada. Il team di iFixit, invece, si batte sa sempre per difendere il Diritto alla riparazione fai-da-te dei consumatori per motivi di sostenibilità economica e ambientale.

Questa collaborazione permetterà ai consumatori di risparmiare sui costi di riparazione in caso di danni e al tempo stesso ridurrà la creazione di rifiuti elettronici. Infatti, potendo riparare un device rotto a costi più bassi, questo non verrà buttato ancora funzionante per acquistare un nuovo modello non necessario.

Alessio Amoruso
Economics & Marketing Student, Tech enthusiast, Star Wars Fan and Blogger