Siamo stati a Monza in occasione del MIMO (Milano Monza Motor Show) con un’auto davvero interessante, ovvero la Suzuki Swift Sport Hybrid. L’auto, una Hot Hatch, ha mostrato tutta la sua eleganza ma senza tralasciare l’aggressività, soprattutto nei giri fatti in pista durante la nostra Journalist Parade.

Le linee di questa Swift Sport sono davvero belle da vedere, partendo soprattutto dalla griglia frontale, tipo nido d’ape. Le minigonne concedono ancora più sportività all’auto essendo in stile fibra di carbonio, mentre sul posteriore ecco uno spoiler sul tetto a contrasto e un doppio scarico in basso.

Presente anche la videocamera per la retromarcia, ma posizionata forse in maniera errata visto che la parte superiore in manovra viene parzialmente ostruita.

Il motore Mild-Hybrid è davvero interessante: 1.4L di cilindrata con 4 cilindri e 95 KW di potenza massima con 129 cavalli. La coppia massima è di 235Nm con iniezione diretta e una potenza erogata dal secondo motore elettrico pari a 10 KW. La velocità massima è di 210 Km/h e lo standard è Euro 6D. Il cambio è manuale e molto preciso nelle cambiate.

La Suzuki Swit Sport Hybird all’interno è davvero comoda anche se gli interni sono un po’ forse indietro rispetto ai tempi che corrono. L’aspetto della plastica infatti sembra abbastanza economico e già visto in auto di fattezza meno pregevole. Non si può dire lo stesso del volante che invece mostra un bell’assetto.

Presenti le manopole del clima, non bi-zona, e un sistema infotainment che non ci ha sorpreso particolarmente, nonostante siano disponibili e ben funzionanti Apple CarPlay ed Android Auto. Presenti le mappe 3D sul navigatore della casa ma meglio usare l’interazione con lo smartphone.

Per quanto riguarda la capienza del bagagliaio, ecco ben 265 litri mentre ribaltando i sedili si arriva a 579 litri, davvero niente male per il segmento. I cerchi da 17 in lega bi-color sono davvero eccezionali e concedono molta sportività all’auto. Sono inoltre presenti i fari LED automatici. La parte audio risulta davvero ben implementata con 6 elementi: 4 altoparlanti tra davanti e dietro e 2 tweeters.

Venendo alla guidabilità è davvero molto buona e le sospensioni anche in città lavorano molto bene. Le dimensioni ridotte permettono alla Swift di districarsi molto bene, soprattutto per l’angolo di sterzata. L’autonomia dipende invece dallo stile di guida: per arrivare a Monza noi abbiamo guidato molto lentamente facendo circa 13 km/L ma siamo arrivati anche all’8 al litro.

In conclusione, la Swift Sport risulta davvero interessante e da acquistare se vi accontentate degli interni non troppo alla moda. Il prezzo parte da 20.700 euro in promo, quasi nulla per un’aut leggermente più sportiva e molto divertente. Il tutto senza spendere troppo.

 

Suzuki Swift Sport Hybrid

Da 22.700 euro
7.6

Design e materiali

8.0/10

Infotainment

6.0/10

Prestazioni

8.0/10

Autonomia

7.0/10

Comfort

9.0/10