La nuova One RS rappresenta un importante upgrade della precedente R.

Migliorata nei microfoni, ha un nuovo modulo 4K da 48 MP, un processore più potete ed una batteria maggiorata.

Descrizione

Il suo design modulare è davvero qualcosa di unico, permette di passare al modulo360° in pochi istanti, molte componenti sono inoltre compatibili con la precedente Insta360 R.

Nella confezione della twin edition sono presenti la base batteria ed i due moduli (modulo 4K e modulo 360° a 5.7 K) un copri lenti in gomma per il trasporto.

Ci sono poi il cavo di ricarica Type-C, il panno per pulire le lenti ed il frame per poterla collegare agli attacchi GoPro e a vite da 1/3

Il nuovo frame è molto più comodo rispetto al precedente e ottimizzato per rendere rapido il cambio modulo e batteria da 1445 mAh nonché per proteggere i microfoni dal fruscio del vento ed il corpo macchina da eventuali urti.

Migliorato il meccanismo di apertura rispetto al vecchio frame della R.

La action camera è resistente e impermeabile fino a 5 metri di profondità con certificazione IPX8.

Il modulo 4K è cresciuto dai 12 MP della R ed è ora da 48MP con un sensore da 1/2″ e può registrare in 4K a 60FPS.

Rimane la possibilità di usare il vecchio modulo da 1:2/3″della R ed è possibile montare anche il modulo da 1″ creato in collaborazione con Leica.

La stabilizzazione è davvero il suo punto forte, molto efficace ed è possibile attivare anche la funzione di blocco dell’orizzonte da app, per effettuare riprese allineate indipendentemente dall’inclinazione della camera, un po’ come le cam montate sul codone delle MotoGp.

Il processore è ora più potente e consente una migliore stabilizzazione rispetto al passato, offerta ora tramite l’hardware stesso, senza dover elaborare le clip video tramite app o pc, facendo della Flow State di Insta360 il riferimento di mercato.

Paga qualcosa in termini di qualità delle immagini rispetto al principale competitor, ma ricompensandoci con una stabilizzazione perfetta per riprese in movimento.

Bel passo in avanti anche sulla qualità audio, con i microfoni che diventano 3 (erano 2 sulla R), possibile inoltre collegare microfoni tramite la Type-C o direttamente auricolari Bluetooth.

Presenti connettività Wi-Fi (più veloce del 50% rispetto alla R),bluetooth con possibilità di collegamento microfoni esterni, funzione di zoom istantaneo digitale direttamente dal display touch della camera mentre registriamo.

Sempre dal display è possibile richiamare il menu rapido personalizzabile, peccato che non sia proprio comodissimo in quanto è troppo piccolo.

Modalità Video

Adottando il modulo 4K Boost sono disponibili la modalità Active HDR, modalità per le riprese in movimento mentre facciamo sport .

La modalità Widescreen 6K sfrutta il sensore da 48MP catturando in formato cinematografico con rapporto 2.35:1.

La lente 360°, grazie al design a doppia lente, consente di registrare veramente tutto attorno a noi e in post produzione potremo.

Tramite il software di Insta 360, possiamo “girare” l’inquadratura dove desideriamo e reinquadrando i video ruotando il telefono o scorrendo con il dito.

Funzionamento

La funzionalità Deep Track consente invece di tracciare il movimento di un soggetto selezionato nei video girati col modulo 360°, funzione che possiamo far gestire in autonomia dall’ AI della camera con la funzione Autoframe.

Bellissima la feature dell’effetto “Invisibile” della Selfie Stick con la lente 360°. Tenendo il bastone perfettamente perpendicolare alla cam risulterà del tutto invisibile a video dando l’illusione di essere registrati da un drone o da un videoperatore.

Chi guarderà il vostro video non capirà con cosa vi state riprendendo!

La qualità è ottima, sia delle foto scattate con il modulo 4K che quelle con il modulo 360.
Non manca naturalmente lo Slow Motion fino a 200 fps in 1080p.

ll software gratuito Insta360 Studio è disponibile anche per Mac e Windows, così come i plugin gratuiti per Adobe Premiere Pro e Final Cut Pro.

Possiamo scegliere se esportare i video in formato 16:9 o 9:16 in post produzione.

Conclusioni

La Insta 360 ONE RS rappresenta un netto miglioramento rispetto alla ONE R, sicuramente vale la pena fare l’upgrade.

Il design modulare consente di passare in pochi istanti ad ottiche diverse in base al video che voglia creare, davvero divertente il modulo 360° con la selfie stick che diventa invisibile!

Rispetto al principale competitor paga qualcosa in termini assoluti di qualità ma ha una stabilizzazione ottica da riferimento.

Insta 360 ONE RS

547,00
8.9

Design

9.0/10

Prestazioni

8.5/10

Software

9.0/10

Stabilizzazione

9.5/10

Prezzo

8.5/10

Pro

  • Stabilizzazione Hardware
  • Software
  • Design Modulare

Contro

  • 4K fermo a 60 fps
  • Display piccolo
Davide Gilardi
classe '89, laurea in Economia e tanta passione per la tecnologia: mi piace smontare ogni cosa e capirne il funzionamento, soprattuto se si tratta di smartphone, computer o veicoli a 2 e 4 ruote!