Crisi dei chip, semiconduttori, SoC, Samsung, Intel, TSMC, chipmaker

La Crisi dei Chip non sta causando problemi solo alle aziende tech e autmotive ma anche agli stessi chipmaker. Brand del calibro di Intel, Samsung e TSMC hanno avviato importanti progetti di espansione che prevedono la nascita di nuovi poli industriali interamente dedicati alla creazione dei chipset.

Tuttavia, queste aziende sono state colpite dalla Crisi dei Chip esattamente come tutte le altre. Nonostante lo stanziamento di investimenti miliardari, i pani precedentemente pianificati non potranno essere rispettati in quanto mancano le componenti fondamentali per realizzare i macchinari di produzione.

Come per tutte le attrezzature hi-tech, i semiconduttori sono centrali anche per realizzare le macchine litografiche necessarie nella produzione dei chipset. Come sottolineato dal report realizzato da NikkeiAsia, i principali fornitori di queste apparecchiature sono Applied Materials, KLA, Lam Research e ASML.

 

La Crisi dei Chip sta causando gravi problemi anche ai vari chipmaker in quanto non permette di aumentare la produzione di chipset

A causa della Crisi dei Chip, il tempo di attesa per l’equipaggiamento necessario alla creazione dei chipset è aumentato a dismisura. I ritardi possono anche arrivare a toccare i 18 mesi di attesa, un valore che inciderà notevolmente sui piani di Intel, Samsung e TSMC.

In particolare, sembra che la mancanza di semiconduttori stia provocando ritardi praticamente per ogni componenti dei macchinari. Mancano obiettivi, valvole e pompe a microcontrollori, tecnopolimeri e persino moduli elettronici.

Purtroppo, poter disporre di nuovi macchinari per la creazione dei chipset è un passaggio fondamentale per contrastare la crisi attualmente in corso. Se i chipmaker non riusciranno a trovare una soluzione a breve termine, la Crisi dei Chip potrebbe continuare a causare danni ancora per molto tempo.

Alessio Amoruso
Economics & Marketing Student, Tech enthusiast, Star Wars Fan and Blogger